Xiaomi pubblica il rapporto del primo trimestre, i profitti netti sono più del doppio con la crescita della quota di mercato

Xiaomi ha pubblicato il suo rapporto finanziario sul periodo di tre mesi che termina il 31 marzo 2021, che mostra una crescita su tutta la linea. Il fatturato totale della società è stato di 76,9 miliardi di CNY, in aumento del 54,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre l’utile netto rettificato è salito a 6,1 miliardi di CNY, con un aumento del 163,8% rispetto allo scorso anno (nota: questo non è un IFRS numero).

Gli smartphone rimangono la spina dorsale dell’azienda, i 49,4 milioni di unità spedite hanno rappresentato 51,5 miliardi di CNY dei ricavi (+ 69,8% su base annua). 4 milioni di questi telefoni costano 3.000 CNY / 300 € o più. Il margine di profitto lordo sugli smartphone è stato del 12,9%.

MIUI ora vanta 425 milioni di utenti attivi mensili (MAU) a livello globale, rispetto ai 331 milioni di un anno fa (un aumento di quasi un terzo). Secondo i dati di Canalys, è il marchio di smartphone n. 3 al mondo. Xiaomi è grande anche in Cina con 118,6 milioni di MAU per MIUI e una quota del 14,6% del mercato degli smartphone che le è valsa il quarto posto.

I ricavi all’estero di Xiaomi sono aumentati del 50,6% a 37,4 miliardi di CNY. È il marchio di smartphone numero 1 in 12 paesi ed è tra i primi 5 in 62 paesi. Nello specifico, è # 1 in Russia (con una quota di mercato del 32,1%), # 1 in Spagna (35,1% di share), # 2 in Italia, # 3 in Germania e Francia. Nel complesso, Xiaomi è # 1 in Europa orientale e # 3 in Europa occidentale.

È leader nell’importante mercato indiano con una quota di mercato del 28,3%. Inoltre, continua a crescere in America Latina a un ritmo impressionante (+ 161,7%) ed è ora il marchio # 3 con una quota di mercato dell’11,5%. È anche # 3 in Medio Oriente e # 4 in Africa (+ 191,0%).

Rapporto finanziario Xiaomi Q1 2021
Rapporto finanziario Xiaomi Q1 2021

Rapporto finanziario Xiaomi Q1 2021

Xiaomi si è avventurata in altri campi in quella che chiama la sua strategia “Smartphone × AIoT”. È il marchio di smart TV numero 1 nella Cina continentale per il nono trimestre consecutivo ed è tra i primi 5 a livello mondiale con 2,6 milioni di smart TV spedite. C’è una crescente domanda di televisori di grandi dimensioni in Cina e Xiaomi era ben preparata a soddisfarla: era il marchio numero 1 nel segmento da 70+ pollici con una quota del 29,0% (il volume delle vendite al dettaglio è aumentato del 160% su base annua).

In relazione a ciò ci sono i gadget intelligenti ei servizi Internet di Xiaomi. Ci sono 351,1 milioni di dispositivi intelligenti collegati alla piattaforma AIoT di Xiaomi (senza contare smartphone o laptop). Il suo AI Assistant aveva 93,0 milioni di MAU, l’app Mi Home ha raggiunto 49,2 milioni di MAU. I suoi servizi di Internet TV hanno 4,7 milioni di abbonati a pagamento (+ 8,2% a / a). I ricavi pubblicitari sono aumentati a 3,9 miliardi di CNY (+ 46,3% su base annua).

L’azienda non sta riposando sugli allori e sta aumentando i suoi investimenti in ricerca e sviluppo. Ha speso 3,0 miliardi di CNY nel primo trimestre, rispetto a 1,9 miliardi di CNY dal rapporto dello scorso anno. L’azienda continuerà a investire di più in ricerca e sviluppo in futuro, oltre ad assumere ingegneri di talento.

Puoi leggere il rapporto completo di Xiaomi per maggiori dettagli. Lì non troverai un aggiornamento sulle prestazioni degli smart wearable e dei laptop dell’azienda durante il primo trimestre, tuttavia.




Iscriviti nel Gruppo Telegram Tutti i Gruppi per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!