Xiaomi annuncia Mi 11 Ultra: la fotocamera per smartphone più grande

Sono passati poco meno di 3 mesi da quando Xiaomi ha rilasciato il suo primo dispositivo della serie Mi 11, il Mi 11 di base che abbiamo recensito poche settimane fa. Oggi, all’interno di una raffica di annunci di dispositivi, Xiaomi ha annunciato il nuovo Mi 11 Ultra come seguito di fascia alta del Mi 11, che rappresenta il nuovo smartphone top di gamma dell’azienda con nuove funzionalità della fotocamera senza precedenti.

Il nuovo Mi 11 Ultra è definito dalla configurazione della fotocamera, che è praticamente straordinaria nelle sue specifiche e nel design. Il telefono è il primo dispositivo a essere dotato del nuovo sensore GN2 di Samsung LSI che misura in un enorme formato ottico da 1 / 1,12 “, con 50MP nativi di pixel da 1,4 µm, in grado di binning fino a 12,5 MP e 2,8 µm di pixel. Xiaomi offre anche un modulo ultra-wide da 48 MP, nonché un modulo teleobiettivo periscopio 5x da 48 MP per distanze lontane. Stranamente, il Mi 11 è dotato anche di un piccolo display OLED da 1,1 “accanto alla configurazione della fotocamera, probabilmente consentendo esperienze selfie più complete utilizzando le fotocamere posteriori.

È interessante notare che il design e le dimensioni del telefono corrispondono per lo più a quello del Mi 11, con il layout della fotocamera, lo spessore e il peso che sono davvero le principali differenze nel nuovo modello Ultra.

Serie Xiaomi Mi 11
Mi 11 Ultra Mi 11
SoC Qualcomm Snapdragon 888
1x Cortex-X1 a 2,84 GHz
3x Cortex-A78 a 2,42 GHz
4x Cortex-A55 a 1,80 GHz

Adreno 660 @ 840MHz

DRAM LPDDR5-6400 da 12 GB LPDDR5-6400 da 8/12 GB
Schermo 6,81 “AMOLED
3200 x 1440

Aggiorna a 120 Hz

480Hz Touch
HDR10 + / Pannello a 10 bit

Dimensione Altezza 164,3 mm 164,3 mm
Larghezza 74,6 mm 74,6 mm
Profondità 8,38 mm 8,06 mm
Peso 234g 196g
Capacità della batteria 5000 mAh (tipico)

Ricarica da 67 W.

4600 mAh (tipico)

Ricarica da 55 W.

Ricarica senza fili 67W 50W
Fotocamere posteriori
Principale 50MP GN2 1 / 1.12 “1.4µm
Binning 4: 1 a 12,5 MP / 2,8 µm

f / 1.95 con OIS
24mm eq.

108 MP HMX 1 / 1.3 “0,8 µm
Binning 4: 1 a 27MP / 1,6µm

f / 1.85 con OIS
24mm eq.

Teleobiettivo Teleobiettivo ottico 5x

48MP IMX586 1 / 2.0 “0,8 µm
Binning 4: 1 a 12MP 1.6µm

f / 4.1
120mm eq.

5MP (solo macro)

f / 2.2
48mm eq.

Extra
Teleobiettivo
Ultra grandangolare 48MP IMX586 1 / 2.0 “0,8 µm
Binning 4: 1 a 12MP 1.6µm

f / 2.2
128 ° FoV

13MP

f / 2.4
123 ° FoV

Extra Sensore dToF
Fotocamera frontale 20MP 0,8µm
Binning 4: 1 5MP 1.6µm

f / 2.2

Conservazione 256 GB
UFS 3.1
128/256 GB
UFS 3.1
I / O USB-C
Wireless (locale) 802.11ascia (Wi-Fi 6E),
Bluetooth 5.2
802.11ascia (Wifi 6),
Bluetooth 5.2
Cellulare 4G + 5G NR NSA + SA Sub-6GHz
Caratteristiche speciali Sensore di impronte digitali sotto lo schermo
Altoparlanti stereo a gamma completa
IR Blaster

Secondo 1,1 “126 x 294
Display posteriore

Sensore di impronte digitali sotto lo schermo
Altoparlanti stereo a gamma completa
IR Blaster

Resistenza a schizzi, acqua e polvere IP68 Nessuna valutazione
Doppia SIM 2x nano-SIM
Avvia OS Android 11 con MIUI Android 11 con MIUI
Prezzo di lancio 12 + 256 GB: 1199 € 8 + 128 GB: 749 €
8 + 256 GB: 799 €

Il Mi 11 Ultra è alimentato dallo Snapdragon 888, proprio come il Mi 11. In termini di prestazioni, dovremmo aspettarci che il nuovo telefono corrisponda praticamente a quello che abbiamo visto nel Mi 11, il che significa un’eccellente esperienza del dispositivo praticamente con il meglio di ciò che possiamo aspettarci da un dispositivo Android per questa generazione di dispositivi. Xiaomi pubblicizza soluzioni di raffreddamento avanzate, tuttavia generalmente i telefoni di questo fattore di forma sono semplicemente limitati a un inviluppo termico di 5 W, poiché si tratta della approssimativa dissipazione del calore esterno tramite convezione e radiazione di qualsiasi dispositivo con questo tipo di comportamento termico.

Il telefono è disponibile in un’unica configurazione di memoria e archiviazione da 12 GB LPDDR5-6400 e UFS 3.1 da 256 GB.

Altre novità su Mi 11 Ultra sono l’aggiornamento Wi-Fi da un normale chip compatibile con Wi-Fi 6 a una più recente implementazione Wi-Fi 6E, e naturalmente mantiene tutte le funzionalità di connettività 5G del modello Mi 11 di base.

Il display del Mi 11 Ultra sembra essere lo stesso del Mi 11. Questo è un modello da 6,81 pollici con una risoluzione QHD + di 3200 x 1440, una frequenza di aggiornamento adattiva basata su software fino a 120Hz e si pubblicizza come un Pannello con capacità di 10 bit, con un’elevata frequenza di campionamento tattile di 480 Hz per input a bassa latenza. Sebbene il display sia eccellente in termini di qualità delle immagini, abbiamo visto che il Mi 11 non era uno dei dispositivi più efficienti sul mercato, caratterizzato da un maggiore consumo energetico di base del dispositivo e una modalità a 120 Hz che non è efficiente come il nuovo LTPO display basati su dispositivi Samsung. Dovremo vedere se il Mi 11 Ultra soffre di debolezze di efficienza simili.

La cosa bella del design del Mi 11 Ultra è che dalla parte anteriore è praticamente identico al Mi 11. Con le stesse dimensioni dello schermo, anche il fattore di forma del dispositivo è quasi lo stesso, con un identico 164,3 mm x 74,6 mm altezza e larghezza come il Mi 11.

Dove le cose cambiano è nello spessore e nel peso del telefono. Il corpo guadagna 0,32 mm fino a un 8,38 mm ancora piuttosto sottile, tuttavia il peso cresce in modo sostanziale da 196g a 234g.

Con l’aumento di peso arriva anche una batteria più grande, fino all’8,6% fino a 5000 mAh. Xiaomi pubblicizza che questa è la prima batteria al litio anodo di silicio-ossigeno del settore ed è uno degli aspetti chiave che le consentono di consentire velocità di ricarica fino a 67 W. La nuova tecnologia degli anodi è decisamente promettente per migliorare il degrado della carica della batteria, tuttavia sono ancora scettico riguardo alle cifre assolute effettive e all’impatto sulla durata della batteria con una ricarica rapida regolare a queste velocità.

La caratteristica principale del Mi 11 è la sua nuova configurazione a tripla fotocamera. Cominciamo con la caratteristica più strana che in realtà non è una fotocamera: un piccolo schermo OLED posteriore secondario, 1.1 “in diagonale e una risoluzione di 126 x 294. Si trova all’interno della protuberanza della fotocamera molto grande a destra delle telecamere. È piuttosto ingannevole, ma consente un utilizzo più semplice delle fotocamere posteriori di qualità superiore per selfie e video selfie in quanto può fungere da mirino.

L’altra caratteristica evidente è l’utilizzo del nuovissimo sensore GN2 di Samsung LSI. Questo è attualmente il più grande sensore di fotocamera in qualsiasi telefono cellulare sul mercato, misura in un formato ottico 1 / 1,12 “- tieni presente che il formato ottico non corrisponde effettivamente alle dimensioni fisiche del sensore che in realtà rientra a 11,4 x Area attiva di 8,6 mm (14,3 mm di diagonale).

La particolarità del sensore è anche che Xiaomi sta passando dalla risoluzione di 108 MP delle ultime 2 generazioni a 50 MP. La dimensione effettiva dei pixel nativi del GN2 è 1,4 µm e il sensore ha una configurazione del filtro colore Quad-Bayer, in grado di acquisire immagini da 4: 1 bin a 12,5 MP con dimensioni effettive dei pixel di 2,8 µm. A causa della risoluzione inferiore, la dimensione effettiva per pixel è significativamente maggiore rispetto alle foto scattate da 27 MP e 1,6 µm delle serie Mi 11 e Mi 10 precedenti – allo stesso tempo, è anche la dimensione per pixel più grande di qualsiasi smartphone nel mercato.

Il GN2 è anche il primo sensore nel settore a offrire una nuova tecnologia “Dual Pixel Pro” – essenzialmente questo è il ritorno al rilevamento di fase a doppio pixel che avevamo nei dispositivi della generazione precedente e che abbiamo dovuto abbandonare con i nuovi sensori da 108 MP. La parte “Pro” del nuovo GN2 si riferisce alla separazione diagonale alternativa dei pixel: solitamente il tradizionale PD a doppio pixel consentirebbe il rilevamento di fase in asse, mentre questa nuova configurazione a doppio pixel consentirebbe anche il rilevamento di fase a 90 ° angolo della disposizione DP, migliorando la velocità di messa a fuoco automatica.

È anche un sensore HDR sfalsato, proprio come il nuovo sensore HM3 del Galaxy S21 Ultra, in grado di acquisire successive acquisizioni con velocità dell’otturatore diverse direttamente dopo la lettura dell’otturatore del fotogramma precedente, invece di attendere le letture complete del sensore tra i fotogrammi.

L’ottica di Xiaomi sulla fotocamera principale del Mi 11 Ultra dovrebbe essere estremamente impegnativa date le dimensioni enormi del sensore, e quindi rientra in un’apertura f / 1,95 relativamente più piccola. È una lunghezza focale equivalente a 24 mm che è stata standard per le recenti ammiraglie di Xiaomi e dispone di OIS.

In generale, questo modulo fotocamera principale in questo momento è di gran lunga il più forte nel mercato degli smartphone e dovrebbe essere facilmente in grado di superare la maggior parte degli altri concorrenti, purché anche l’elaborazione di Xiaomi sia in grado di tenere il passo.

Oltre al sensore principale, Xiaomi indossa il telefono con un teleobiettivo a periscopio ottico 5x da 48MP 1 / 2.0 ”0,8 µm con una lunghezza focale equivalente nativa di 120 mm. Questa configurazione è in realtà abbastanza simile nelle specifiche a quella che abbiamo visto nel Galaxy S20 Ultra l’anno scorso, con l’unica differenza che Xiaomi ha un’ottica af / 4.1 mentre l’S20U aveva f / 3.5. Come va a finire la qualità del teleobiettivo dipende dalla qualità dell’ottica e da come Xiaomi trae vantaggio dalla risoluzione nativa di 48MP del sensore – e quando usare la modalità bin da 4: 1 a 12MP.

Xiaomi evita di avere un modulo teleobiettivo intermedio tra 24 mm e 120 mm di lunghezza focale, qui speriamo che Xiaomi utilizzi il metodo di Huawei per acquisire immagini nella gamma> 2x attraverso la modalità nativa da 50 MP del sensore principale – considerando i pixel nativi da 1,4 µm di questa generazione, questo dovrebbe essere una soluzione abbastanza evidente per colmare il divario.

Infine, vediamo un nuovo modulo ultra-wide da 48MP. Questo sembra essere lo stesso sensore del teleobiettivo, il che significa un modulo da 1 / 2.0 “con 0,8 µm che raccoglie immagini fino a 12 MP 4: 1 1,6 µm. Ha un campo visivo estremamente ampio di 128 ° con una lunghezza focale equivalente di 12 mm.

È molto chiaro che Mi 11 Ultra è estremamente incentrato sulla fotocamera. Considero l’elaborazione delle immagini di Xiaomi abbastanza buona, tuttavia i sensori di nuova generazione della concorrenza avevano ancora chiari vantaggi rispetto al Mi 11 di base. Il nuovo hardware dell’Ultra è davvero di nuova generazione e, si spera, dovrebbe consentire al telefono di raggiungere nuovi altezze nella fotografia. Naturalmente, la prova è nel budino è nel mangiare, e dovremo vedere come si comporta nella nostra prossima recensione futura.

Oltre alla nuova configurazione della fotocamera, al mini-display posteriore dello schermo secondario, al Wi-Fi 6E e alla nuova tecnologia della batteria, il nuovo Mi 11 Ultra aggiunge la classificazione IP68, rendendo questo il primo telefono Xiaomi a presentare la classificazione di resistenza all’acqua.

Prezzo Ultra a 1199 €

Essendo un dispositivo con la designazione “Ultra”, il nuovo Mi 11 Ultra ha un prezzo molto più alto rispetto alla sua controparte Mi 11 regolare. Xiaomi non svela abbastanza i tempi della disponibilità, ma annuncia il Mi 11 Ultra a 1199 € per la versione standard da 12 + 256GB. Questo è lo stesso prezzo della variante da 128 GB dell’S21 Ultra, quindi Xiaomi punta decisamente più in alto di quanto abbia mai fatto prima in termini di posizionamento del prodotto.

Esamineremo il Mi 11 Ultra nel prossimo futuro una volta che ci avremo messo le mani sopra.

Lettura correlata:




Iscriviti nel Gruppo Telegram smartphone per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!