USA: droni per combattere le erbe infestanti in Montana

USA: droni per combattere le erbe infestanti in Montana

Senza dubbio batte il trasporto di un sacco di pesticidi da 4 galloni (circa 15 kg) su per una collina. I ragazzi si stancano. Il drone non si stanca, non si lamenta. Porta semplicemente a termine il suo lavoro“.

I vantaggi nell’uso dei droni per nebulizzare erbicidi sui campi del Montana, negli USA, potrebbero essere riassunti con questa frase di David Cahoon, proprietario dell’azienda Cahoon Aerial Systems, che offre servizi per l’agricoltura coi droni.

Secondo Cahoon un drone da solo riesce a svolgere il lavoro di sei persone, e consente anche un enorme risparmio sul prodotto da spargere. L’operazione svolta a mano in modo tradizionale richiede infatti circa 20 galloni di erbicida per acro, mentre il drone ne usa appena 2.

Il velivolo ideato da Cahoon gestisce in automatico l’altitudine e la pressione della pompa per l’irrorazione, così che al pilota non resta che concentrarsi sull’evitare gli eventuali ostacoli lungo il percorso.

Un report del 2019 prodotto dal Dipartimento dell’Agricoltura stima che nel Montana, che conta circa 30 specie di piante considerate erbe nocive, queste infestino circa 80 mila ettari di terreno statale, con un costo di gestione di circa 150 dollari per ettaro. Il fenomeno è tenuto così in considerazione che in ognuna delle 56 contee dello Stato è presente un distretto specializzato che si occupa di fornire informazioni e suggerimenti sulle attività di contrasto alle erbe infestanti.

67 visite



z
Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine