Un semplice quadro in quattro fasi per migliori composizioni fotografiche di paesaggi

Un semplice quadro in quattro fasi per migliori composizioni fotografiche di paesaggi

In fotografia, molti aspetti possono rendere un’immagine di successo e, secondo me, ciò che definisce le ossa di una grande foto è una buona composizione. Invece di pensare la composizione come una serie di regole canoniche, preferisco di gran lunga usare principi come connessione, tono, colori, forma, relazione, gesti leggeri e così via.

Direi che le cosiddette “regole” sono spesso fatte per essere interiorizzate, ma selettivamente infrante. In questo senso, penso che sarebbe meglio chiamarli “linee guida” o “suggerimenti” piuttosto che regole rigide e veloci.

Soprattutto per i giovani fotografi, la composizione è un principio visivo complicato da implementare organicamente in un flusso di lavoro, ed è abbastanza difficile a volte trovare informazioni preziose su come farlo che differiscano dalle regole canoniche come la ben nota regola dei terzi o altro tecniche complesse.

Nel video sopra, discuto un approccio completo e diretto per sviluppare una sorta di struttura di composizione basata su una sequenza in quattro fasi. In esso, tutto ruota attorno al concetto di “semplicità”.

Non mi riferisco al minimalismo o alla fotografia minimalista, ma piuttosto alla semplificazione, dove la complessità è l’input e la semplicità è l’output.

Come ha detto il famoso uomo d’affari Maurice Saatchi: “La semplicità è il risultato della sottigliezza tecnica. È l’obiettivo, non il punto di partenza “.

Puoi facilmente ottimizzare la forza delle tue composizioni semplicemente occupandoti di alcuni aspetti del tuo processo di inquadratura. Il framework Simplicity si basa su questo framework in quattro fasi:

  1. Quanti elementi ci sono nella cornice? Cerca di mantenerli inferiori o uguali a quattro o cinque.
  2. Presta attenzione alla complessità interna di ciascuno di questi elementi, quindi la relazione tra loro è complessa e interessante.
  3. C’è un livello di separazione tra il soggetto principale e l’area circostante? Assicurati che ci sia anche la separazione tra gli elementi in generale.
  4. Il principale elemento visivo della foto è il fulcro dell’immagine?

Ho inserito nel video dieci diverse immagini di successo che ho scattato e le ho confrontate con altre immagini correlate e meno riuscite, esaminando i punti di forza e di debolezza di ciascuna. Per esempio:

Guardando la foto sopra, possiamo vedere cinque elementi, un alto livello di complessità interna, una buona separazione e un chiaro punto focale.

Al contrario, è una diversa composizione della stessa scena che è molto più debole perché rompe con quei quattro elementi:

Sono consapevole che molti altri fattori aiutano a creare un’immagine avvincente, ma questa struttura visiva può essere uno strumento meraviglioso nel tuo arsenale per portare le tue composizioni un ulteriore passo avanti. È semplice da applicare e pazzesco potente. Di seguito sono riportate alcune altre ripartizioni delle immagini come esempi:

Non mi spingerò fino a dire che questa è una formula magica, perché non lo è. È solo una struttura visiva che per me funziona e può essere molto utile nella valutazione degli scenari che vogliamo fotografare al fine di ottimizzare la disposizione degli elementi e rimuovere le distrazioni.

Il modo migliore per migliorare è fare pratica. Quindi, la prossima volta che esci per girare, prova a usare questo framework e questo processo visivo. Spero che questi concetti siano utili e utili.


Circa l’autore: Andrea Livieri è un fotografo professionista, educatore, musicista e vivace avventuriero con sede a Venezia. Ha iniziato a esplorare il mezzo fotografico catturando immagini di altri musicisti, delle loro famiglie e di altri amici e conoscenti nell’industria musicale. Mentre continuava ad affinare la sua arte, ha unito il suo amore per la fotografia e l’esplorazione della vita all’aria aperta, permettendogli di accumulare un sacco di lavoro fotografico di paesaggi incantevoli, aspri paesaggi montani e terreni esilaranti. Conduce anche corsi di fotografia, workshop e tour per insegnare ad altri fotografi i suoi metodi e aiutarli a tirare fuori la propria visione.

Per ulteriori informazioni su Livieri, puoi seguirlo su Instagram e iscriverti al suo canale YouTube.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!