Ufo o drone? Chi ha sorvolato le cacciatorpediniere americane?

Ufo o drone? Chi ha sorvolato le cacciatorpediniere americane?

E’ passato un anno e mezzo, e ancora non si sa nulla del misterioso incidente che il 14 luglio 2019 ha beffato la più potente Marina del mondo: ben tre navi da guerra (la USS Kidd, la USS Rafael Peralta e la USS John Finn) sono state sorvolate per ore da sei droni durante un’esercitazione al largo della California.

Il 25 giugno prossimo  la Marina dovrà riferire al Congresso sul misterioso sorvolo, avvenuto tra l’altro in condizioni di scarsa visibilità. Ma l’ammiragliato è (ehm) in altro mare, e ammette alla stampa statunitense  di non aver la minima idea di chi ci fosse dietro ai sorvoli né cosa intendesse fare. Addirittura, alla domanda maliziosetta dei giornalisti che chiedevano se gli oggetti volanti fossero di origine extraterrestre L’ammiraglio Michael Gilday, capo delle operazioni navali, ha risposto laconico “di non avere alcuna indicazione di ciò”, una risposta decisamente vaga da cui trapela un certo imbarazzo per una inchiesta che pare arenata:”Sono a conoscenza di quegli avvistamenti e, come è stato riferito, ci sono stati altri avvistamenti da parte di aviatori in aria e da altre navi non solo degli Stati Uniti, ma di altre nazioni – e ovviamente altri elementi all’interno della forza congiunta degli Stati Uniti, ” ha detto ancora  Gilday, ma a suo dire “Quei risultati sono stati raccolti e sono ancora in fase di analisi, in un processo ben consolidato in atto tra le forze congiunte per raccogliere quei dati e portarli in un archivio separato per l’analisi”. Insomma, una vicenda decisamente avvolta nel mistero, quel che ci pare di poter escludere è che fossero droni commerciali di qualche appassionato piuttosto incosciente, dal momento che almeno un drone (o ufo?) ha sorvolato il ponte elicotteri della USS Kidd per 90 minuti, un po’ troppo per un drone a propulsione elettrica, anche tenendo conto che la velocità di crociera di questi incrociatori è 30 nodi, circa 55 km/h. E in almeno un caso un drone partito da terra avrebbe dovuto percorrere 100 miglia nautiche (quasi 200 km) per raggiungere l’obiettivo.



Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine