Twitter si unisce alla coalizione di società di media / tecnologia che combattono le fake news

Twitter si unisce alla coalizione di società di media / tecnologia che combattono le fake news

Twitter è l’ultimo gigante tecnologico e dei media ad aderire a The Coalition for Content Provenance and Authenticity (C2PA), che si concentra sulla lotta ai contenuti online fuorvianti e fraudolenti.

Alla fine del 2019, la collaborazione guidata da Adobe con The New York Times Company e Twitter ha contribuito a stabilire la Content Authenticity Initiative (CAI), che mira ad affrontare l’autenticità dei contenuti online attraverso una “responsabilità condivisa tra creatori, tecnologia e società di media”, simile al sforzi di Project Origin, che è una coalizione guidata da BBC, CBC / Radio-Canada, The New York Times e Microsoft.

All’inizio di questo mese, il New York Times ha implementato un prototipo di sistema per combattere la disinformazione come parte del suo lavoro con la Content Authenticity Initiative.

Nel video qui sotto, Microsoft – tramite Project Origin – condivide l’impatto, sia positivo che negativo, che l’informazione consumata ha sulla società. Con lo sviluppo della tecnologia, le informazioni sono diventate più accessibili, ma l’esposizione costante ad esse può anche creare confusione sull’autenticità di ciò che viene condiviso.

Per consentire un’ulteriore condivisione di informazioni intersettoriali per affrontare questo tipo di disinformazione – nonché per promuovere lo sviluppo della provenienza delle informazioni digitali attraverso gli sforzi congiunti di CAI e Project Origin – Adobe, Arm, BBC, Intel, Microsoft e Truepic hanno fondato C2PA nel febbraio 2021.

Questa organizzazione collaborativa si descrive come “un organismo di standard tecnico aperto che affronta la prevalenza di informazioni fuorvianti online attraverso lo sviluppo di standard tecnici per certificare la fonte e la storia (o la provenienza) dei contenuti multimediali”, con i suoi membri che riconoscono la necessità di ripristinare fiducia del pubblico nelle informazioni che consuma.

Twitter ha annunciato di essere l’ultima azienda ad aderire a C2PA, in seguito agli impegni di partnership con CAI sin dal suo lancio, e si dedica a contribuire “con la sua profonda esperienza al modo in cui vengono costruite le specifiche tecniche.dimostrare che il nuovo standard di provenienza digitale può essere implementato su scala dei social media e nel modo più utilizzabile possibile per i consumatori “.

“Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Twitter nel C2PA mentre perseguiamo un’ampia adozione di uno standard aperto che contribuirà a creare fiducia e trasparenza online”, spiega Dana Rao, consulente legale e sponsor esecutivo della Content Authenticity Initiative.

Twitter, che ha oltre 330 milioni di utenti mensili attivi, osserva che la sua massima priorità è “supportare la salute e l’integrità della conversazione pubblica”, perché la disinformazione e le informazioni deliberatamente fraudolente sono “una sfida a livello di settore e della società”.

Gli aspetti pratici del lavoro di C2PA includono lo sviluppo di specifiche sulla provenienza dei contenuti che consentirebbero a editori, creatori e consumatori di comprendere l’origine dei media che consumano, come immagini, video o materiali audio.

Allo stesso modo, per aiutare a facilitare uno standard di provenienza che potrebbe essere adottato in varie fasi della creazione delle informazioni, dal dispositivo sorgente iniziale al pezzo pubblicato finale, C2PA sta anche lavorando allo sviluppo di collaborazioni con produttori di chip, testate giornalistiche, nonché società di software e piattaforme .

Finora, C2PA ha aggiunto diversi membri contributori, stabilito rapporti di collegamento con altre coalizioni e gruppi standard e ha anche lavorato a un piano per redigere specifiche standard aperte, con maggiori dettagli che saranno resi pubblici entro la fine dell’anno. Nel frattempo, il sito web C2AP fornisce varie risorse pubbliche che mostrano gli sviluppi e gli studi attuali realizzati finora.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!