Sony si scusa per aver scelto la data di invasione del Giappone per il lancio della fotocamera

Sony si scusa per aver scelto la data di invasione del Giappone per il lancio della fotocamera

Sony ha posticipato il lancio della fotocamera originariamente previsto per mercoledì 7 luglio, dopo che i cittadini cinesi hanno espresso rabbia per la data, che è anche l’84° anniversario dell’invasione giapponese della Cina che ha scatenato la guerra sino-giapponese e la seconda guerra mondiale in Asia.

Sony ha pubblicato un teaser per l’evento sul sito Web Sony Alpha Universe, così come sul suo canale YouTube la scorsa settimana che mostrava una data delle 10 AM, ora orientale. Il segnaposto per l’evento ora recita semplicemente: “l’annuncio della nuova telecamera del 7 luglio è stato posticipato. A breve verrà annunciata una nuova data”.

Mentre TechRadar riporta che Sony Europe afferma che il rinvio è dovuto alla mancanza di disponibilità delle parti, il vero motivo sembra essere una data di lancio scelta che ha offeso i netizen cinesi. Come notato da Tempi globali, Sony ha pubblicato una dichiarazione sul social network cinese Weibo in cui si scusa per la scelta della data e per l’incomprensione e la confusione del pubblico.

Tradotto, il messaggio recita come segue:

La nostra azienda attribuisce grande importanza alle preoccupazioni della maggior parte dei netizen!

La nostra azienda aveva originariamente pianificato di rilasciare nuovi prodotti alla fiera professionale nazionale il 7-10 di questo mese e di trasmettere il video di introduzione del nuovo prodotto online il primo giorno della mostra.

A causa della nostra scarsa organizzazione del lavoro, abbiamo causato incomprensioni e confusione nella scelta della data.

Ci scusiamo per questo e annulliamo gli accordi relativi all’evento il prima possibile!

Grazie per il vostro continuo supporto!

Il 7 luglio doveva essere il lancio di più prodotti Sony, tra cui una nuova fotocamera in tutto il mondo e nuovi smartphone in Cina, e il contraccolpo dei netizen cinesi sembra aver spaventato l’azienda dall’ospitare qualsiasi evento quel giorno – entrambi gli eventi sono stati rimandato a tempo indeterminato.

La data segna l’inizio di quella che in seguito sarebbe stata conosciuta come la seconda guerra sino-giapponese, un conflitto che durò tra il 1937 e il 1945. La guerra fu scatenata dall’incidente del ponte Marco Polo il 7 luglio 1937 e coinvolse una disputa tra giapponesi e le truppe cinesi che si sono trasformate in un’invasione su vasta scala da parte delle forze giapponesi ed è spesso considerata l’inizio della seconda guerra mondiale in Asia.

Dopo l’incidente del ponte Marco Polo, i giapponesi avrebbero continuato a ottenere vittorie a Pechino, Shanghai e nella capitale cinese di Nanchino, l’ultima delle quali ha portato a quello che viene spesso definito lo stupro di Nanchino. Dopo la fine della guerra, la Cina ha elencato il numero totale di vittime militari e non militari in circa 35 milioni.

Quando Sony ha annunciato la data di lancio del 7 luglio, gli utenti cinesi di Weibo hanno rapidamente condannato la scelta. A peggiorare le cose, l’annuncio originale è stato fatto il giorno prima che il Partito Comunista Cinese celebrasse il suo centesimo anniversario, come notato dal Posta del mattino della Cina meridionale.

“Questo è il regalo di Sony alla festa? Che coraggio! Vogliono ancora operare in Cina?” un utente Weibo ha scritto, segnalato da Asia One.

Nessuna nuova data di annuncio è stata ancora fissata pubblicamente e PetaPixel non ha ricevuto alcuna indicazione da Sony in merito alla durata prevista del ritardo.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!