Sono un fotoreporter che realizza foto di notizie da video 6K

Sono un fotoreporter che realizza foto di notizie da video 6K

Mi chiamo Tom Palmaers e sono un fotografo per la stampa con sede in Belgio. Ho iniziato come fotografo di matrimoni quando ero ancora uno studente intorno al 2004, documentando matrimoni con uno stile fotogiornalistico. Mi sono subito trovata con molto lavoro perché non era comune a quel tempo in Belgio fare foto di matrimonio in quello stile.

Presto sono stato assunto da un rispettabile direttore della fotografia belga di matrimoni, e successivamente ho scoperto come il video potrebbe dare vita alle foto.

Quando Canon ha lanciato la 5D Mark II, l’ho immediatamente acquistata e ho girato brevi frammenti di video durante un matrimonio all’insaputa dei miei clienti: l’hanno adorato. Ancora una volta ho sperimentato come il video potesse aiutare a dare vita alla mia fotografia e, dopo questa esperienza, mi sono concentrato maggiormente sulle riprese con una macchina fotografica.

Nel gennaio 2011, ho iniziato a lavorare come fotografo per la stampa freelance a tempo pieno per un giornale locale (Het Belang van Limburg). Il video sul loro sito web era ancora inesistente, quindi ho creato il mio canale YouTube e il giornale ha inserito un link sul loro sito web.

Nell’agosto 2011, ho deciso di mia iniziativa di recarmi al campo profughi di Dadaab in Kenya per scrivere per il giornale. Sono entrato in contatto con un produttore belga dell’European Broadcasting Union (EBU) che ha trovato fantastico che un fotografo freelance di un giornale locale fosse venuto da solo a Dadaab. Ero circondato da professionisti dagli Stati Uniti, dal Portogallo, dalla Francia, dai fotografi alle troupe fotografiche agli editori.

Mentre ero lì, ho ricevuto suggerimenti dai cameraman e mi è stato permesso di guardare come venivano modificate le notizie. Poiché molte troupe giornalistiche da tutto il mondo continuavano ad arrivare a Dadaab, la troupe dell’EBU ha dovuto rimanere più a lungo del previsto. Ma uno dei loro cameraman si stava per sposare e doveva partire, e ci sarebbero voluti alcuni giorni per far volare un altro cameraman, quindi mi hanno chiesto se potevo prendere il suo posto se avessi avuto un altro giorno di addestramento extra per filmare con un telecamera per la raccolta di notizie (ENG) e per preparare feed live. Ha funzionato bene e ho continuato a lavorare per un mese intero quando avevo programmato di rimanere lì solo per una settimana.

Al ritorno in Belgio, ho acquistato la mia fotocamera ENG e ho ricevuto incarichi per EBU in Mali, eventi sportivi europei e (il mio momento clou) i Giochi Olimpici di Londra nel 2012.

Nel frattempo, ho continuato a lavorare come fotografo per la stampa per Het Belang van Limburg. Ho anche concluso un contratto con l’emittente televisiva locale, TV Limburg. Attraverso la ristrutturazione, è stato difficile ottenere incarichi all’estero tramite l’EBU, quindi la mia attenzione si è rivolta alle notizie difficili e alle ultime notizie, alla politica e agli sport locali nella mia zona.

In seguito ho utilizzato la Canon 5D Mark III prima di passare alla mia prima fotocamera cinematografica Canon, la C100 Mark I — in quel momento ho venduto la fotocamera ENG. Poi è arrivato sulla C100 Mark II e la mia 5D Mark III e 1D Mark II sono state sostituite con una fotocamera Fuji in modo da poter lavorare in modo più leggero e discreto. Il C100 Mark II è stato fantastico con cui lavorare per la TV locale e (a volte) nazionale. Eppure la qualità è diminuita perché ho dovuto lavorare con 2 dispositivi per mantenere foto e video a un buon livello. Successivamente ho scambiato la mia Fuji con una Leica M9 e una Leica M10.

Nel 2019, anche i miei colleghi hanno iniziato a filmare con le loro fotocamere DSLR o con i loro iPhone. Questo è stato per me un segnale per fare un passo avanti. Credevo che il futuro del fotogiornalismo sarebbe stato quello di catturare filmati con fotocamere ad alta risoluzione in formato RAW. Ho solo dovuto aspettare che uscisse la C500 Mark II, e sono stato uno dei primi in Belgio ad acquistarne uno nel febbraio 2020. Per me è stato l’inizio di un nuovo viaggio ed evoluzione, proprio come quando ho ricevuto la 5D Marco II.

La Canon C500 Mark II.

Nell’aprile 2020, ho realizzato un mini-documentario nell’unità di terapia intensiva COVID in un ospedale locale, il mio primo grande incarico con questo nuovo flusso di lavoro. La mia storia ha avuto 2 pagine intere sul giornale e le foto in prima pagina erano tutte foto estratte dal filmato C500 Mark II.

La mia sfida ora era capire come potevo elaborare tutto con un hardware decente.

Avevo preso un prestito per acquistare il C500 Mark II, un nuovo MacBook Pro, unità SSD esterne super veloci e una GPU esterna per poter elaborare il Cinema RAW Light da 5,9 K.

Ho sperimentato per la prima volta Final Cut Pro X, ma presto sono passato a DaVinci Resolve Studio, che continua a essere la mia preferenza. Filmo a pieno formato con i miei obiettivi fotografici esistenti, principalmente con obiettivi autofocus come EF 24-105mm f/4L II, EF 24mm f/1.4. II, EF 70-200 mm f/2.8III, EF 100-400 mm f/4.5-5.6L II, EF-S 17-55 mm f/2.8 IS (in modalità ritaglio per scatti al buio), Laowa 15 mm macro e Laowa 12 mm T2.9 Zero-D.

Lo svantaggio del C500MKII è il codec proxy: è tutto in MXF, il che significa che non posso più caricare i file proxy 2K registrati su una scheda SD direttamente nel mio iPhone o iPad per modificarli rapidamente tramite LUMA Fusion e inviare direttamente per ultime notizie. Le serie C100 Mark II e C300 I e II dispongono di file proxy MP4. Ho inviato un feedback a Canon chiedendo di abilitare l’MP4 come opzione per il tipo di file tramite firmware, ma finora non ho ricevuto alcuna risposta.

Quindi per ora devo portare il mio laptop ovunque o caricare i proxy tramite un disco esterno GNABOX 2.0, dove posso convertire i file in MP4 tramite la loro app e modificarli tramite Wi-Fi con l’app LumaFusion, ma il il problema con questa seconda opzione è che la qualità è 3-4Mbit/s, che non è molto buona. Ho anche inviato un suggerimento per poter scegliere una compressione migliore come opzione, ma ancora non ho ricevuto risposta.

Avere 6K XF-AVC come opzione aiuterebbe anche ad accelerare il flusso di lavoro gestendo la maggior parte dell’elaborazione interna come la riduzione del rumore e la compressione nella fotocamera. Ma anche su questo nessuna risposta.

Le mie foto fisse estratte da filmati 6K in una storia di giugno 2020 sulle case di cura private.

Il mio flusso di lavoro attuale

La mia stazione di editing.

Filmo in Clog2 su due schede CFexoress da 1TB e monitoro con il display predefinito in anteprima REC709 Wide Dynamic Range.

Un dettaglio importante da tenere a mente è impostare la velocità dell’otturatore un po’ più alta del normale. 25FPS si adatta meglio a una velocità dell’otturatore di 1/50 per ottenere un movimento naturale nel video, ma di solito è troppo basso per ottenere una buona foto. Ecco perché cerco di mantenere almeno 1/100s a 1/150s.

Ho persino provato a filmare una partita di calcio per estrarre foto fisse. Funziona, ma il sistema di messa a fuoco automatica delle telecamere cinematografiche Canon non è migliorato molto, secondo me.

Le mie foto fisse estratte da filmati 6K in un articolo di giornale di ottobre 2020.

A casa, utilizzo un MacBook Pro 15 pollici 2019 2,3GHz 8-core Intel Core i9 32GB e iGPU RAZERCORE Studio chrome con GPU AMD Radeon VII 16 GB. Quando sono di fretta, monto un lettore di schede CFExpress Blackjet TX-1CXQ con connessione Thunderbolt 3. Il lettore può leggere fino a 1700 MB/s e questo è sufficiente.

Con progetti più grandi o se ho più tempo per modificare, trasferisco le immagini sui miei due OWC 4T Thunderblade in RAID0 che leggono fino a 3150 MB/s e scrivono 3500 MB/S (a seconda del bus Thunderbolt a cui li colleghi). In DaVinci Resolve, utilizzando la rotella di scorrimento Loupedeck CT, seleziono rapidamente da quali videoclip sono interessanti per estrarre foto fisse.

Ciò che è molto importante è convertire la qualità di decodifica RAW in Canon o Davinci Resolve e non l’opzione della sequenza temporale standard per evitare problemi di artefatti nelle foto. Per prima cosa mi assicuro che tutto sia su una timeline HD per poter scorrere e tagliare senza problemi.

Nella pagina dei colori, aggiungo alcuni nodi nell’albero dei nodi per LUT, primarie e riduzione del rumore. Uso le LUT Canon standard. Attraverso i controlli RAW, è facile regolare il bilanciamento del bianco e le alte luci, i dettagli dei mezzitoni, ecc. Devi anche impostare le impostazioni di nitidezza su zero: è “10” per impostazione predefinita. La nitidezza e la riduzione del rumore entrano in gioco solo una volta caricate le foto in Lightroom.

Dopo la gradazione del colore, riporto la timeline a 6K. Ho creato un pulsante di scelta rapida sul Loupedeck per disattivare Ignora gradi di colore ed effetti per scorrere senza problemi fino al fotogramma fisso corretto. L’altro pulsante di scelta rapida che uso è per fare l’alambicco. Quindi esporto le immagini fisse in TIFF e le importo in Lightroom per regolare rumore, nitidezza e contrasto.

Una galleria di foto fisse da video 6K

Ecco altre mie foto di notizie estratte dal filmato:

Pensieri sul futuro

Sono stato uno dei primi sostenitori dell’AI Alice Camera. Credo che tutte le fotocamere, a lungo termine, saranno dotate di tecnologia AI. Con Alice Camera, questa tecnologia sarà per la maggior parte open-source in modo che tutti possano adattare la propria fotocamera all’area di lavoro o al soggetto.

Attualmente sto approfondendo l’apprendimento di come funzionano queste tecnologie di deep learning e machine learning e di come si evolveranno.


Circa l’autore: Tom Palmaers è un fotografo per la stampa in Belgio. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Puoi trovare altri suoi lavori su Instagram e Vimeo.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!