Smarrisce drone, la Guardia di Finanza lo rintraccia con il Qr-Code e glielo restituisce

Smarrisce drone, la Guardia di Finanza lo rintraccia con il Qr-Code e glielo restituisce

Non è infrequente leggere sui vari social network di persone che perdono il drone per cause esterne e indipendenti dalla propria volontà e altrettanto di persone che magari esercitando attività acquatiche lo ripescano dai fondali marini o lacustri.

Un problema tecnico, un improvvisa raffica di vento e perché no, anche l’inesperienza del pilota, possono in effetti causare la perdita del drone con conseguente caduta a terra. La forza di gravità non perdona e avrà sempre ragione.

Passante trova drone e lo consegna alla Guardia di Finanza che lo restituisce al proprietario dopo averlo rintracciato grazie al QR-code

29 marzo 2021 – Viene ritrovato un drone Mavic 2 Pro che viene  consegnato alla Guardia di Finanza di Tione di Trento (TN). Un cittadino si è accorto di un drone appoggiato sull’erba dietro a un arbusto.
Non sapendo che farne, lo consegna ai militari della GDF che dopo un primo esame ottico nel quale pareva integro notavano il QR-Code di identificazione come da richiesta del regolamento europeo.
Tale Qr-Code operatore, il cui rilascio è un servizio demandato a D-Flight, compagine compartecipata da ENAV, Leonardo e Telespazio, identifica in modo univoco l’operatore del drone stesso.
I militari  a conoscenza di tale procedura, hanno pertanto contattato l’omonima azienda titolare del portale www.d-flight.it per farsi rilasciare le generalità del proprietario.
Gli operatori di D-Flight, risaliti al legittimo proprietario dal QR Code e dopo un esplicito consenso dello stesso, ha fornito i dati di contatto alla Guardia di Finanza che ha provveduto alla restituzione del velivolo a pilotaggio remoto.

QR-Code operatore, vige l’obbligo di apporlo su ogni drone volante

La registrazione  di ogni singolo drone non è più obbligatoria per le operazioni svolte nella categoria Open, ma rimane comunque il requisito mandatorio, di apporre il proprio codice operatore, che è a sua volta un QR-Code riconosciuto in tutta la zona geografica europea aderente a EASA, su ogni mezzo volante.
In questo caso coloro che dovessero ritrovare un drone, apparentemento abbandonato, potranno ricontattare colui o colei che lo ha smarrito.



Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine