Samsung svela il suo primo sensore di immagine per auto, firma un accordo da 436 milioni di dollari con Tesla

Oggi Samsung ha presentato ISOCELL Auto 4AC, il suo primo sensore di immagine realizzato su misura per le auto. È concepito per essere utilizzato come telecamera di retromarcia o (su sistemi più avanzati) per alimentare monitor con vista surround.

Samsung svela il suo primo sensore di immagine per auto, firma un accordo da 436 milioni di dollari con Tesla

Non si tratta di qualità dell’immagine e certamente non di risoluzione, ma l’attenzione si concentra su cose pratiche come un’elevata gamma dinamica (120 dB) e l’attenuazione dello sfarfallio dei LED. Entrambi sono basati su ciò che Samsung chiama CornerPixel.

Questa tecnologia combina due fotodiodi per pixel: uno da 3,0 µm per il funzionamento in condizioni di scarsa illuminazione e uno da 1,0 µm posizionato nell’angolo (da cui il nome) che verrà utilizzato per ambienti luminosi.

Questa configurazione consente al sensore di adattarsi rapidamente ai cambiamenti della luce circostante, ad esempio quando si esce da un tunnel. Fornisce inoltre un’elevata gamma dinamica con poca sfocatura di movimento e riduce lo sfarfallio delle luci a LED. Se ti stai chiedendo perché sia ​​importante, considera che molti fari moderni delle auto e dei lampioni stradali sono passati ai LED. In ogni caso, la riduzione dello sfarfallio si ottiene allungando il tempo di esposizione dei piccoli fotodiodi.

Samsung svela il suo primo sensore di immagine per auto, firma un accordo da 436 milioni di dollari con Tesla

ISOCELL Auto 4AC è un sensore da 1/3,7″ con risoluzione di 1,3 MP (1.280 x 960). C’è un ISP integrato nel sensore. Il sensore soddisfa i requisiti AEC-Q100 Grado 2, che includono il funzionamento in una finestra di temperatura molto ampia da -40ºC a 125ºC (ovvero da -40ºF a 257ºF). In realtà, sembra che copra il Grado 1 più rigoroso se leggiamo correttamente questo PDF.

Il 4AC è già in produzione di massa. Si noti che non è destinato alle applicazioni di guida autonoma o all’uso in cabina (ad esempio il monitoraggio del conducente), Samsung prevede di introdurre più sensori per coprire tali casi d’uso.

Perché tutto questo è importante? Bene, Il quotidiano economico coreano riferisce che Samsugn Electro-Mechanics ha firmato un accordo da 436 milioni di dollari con il “principale produttore di veicoli elettrici degli Stati Uniti”. Non è difficile indovinare che questo significa Tesla.

Poiché il 4AC è il primo sensore di immagine Samsung per applicazioni automobilistiche, la tempistica degli annunci non è casuale. Questa mossa eserciterà ulteriore pressione sull’attuale leader di mercato in questo segmento, Sony.

Samsung svela il suo primo sensore di immagine per auto, firma un accordo da 436 milioni di dollari con Tesla

C’è più. Mentre il KED il rapporto non fa nomi, ci sono voci che girano nel settore secondo cui l’accordo Tesla/Samsung è di fornire telecamere per il Cybertruck. Una volta superato il suo design geometrico, noterai che manca di specchietti laterali. Invece, ha telecamere incorporate nei parafanghi e una sotto il paraurti anteriore. Probabilmente ci sono più telecamere sparse per il camion, ma per ora Tesla è segreta con i dettagli.

Telecamere su un prototipo di Tesla Cybertruck
Telecamere su un prototipo di Tesla Cybertruck

Telecamere su un prototipo di Tesla Cybertruck

Il camion dall’aspetto unico è stato annunciato nel 2019 e Tesla sta cercando di portarlo sul mercato entro la fine dell’anno, anche se potrebbe essere ritardato fino al 2022.

Fonte 1 | Fonte 2 | Fonte 3




Iscriviti nel Gruppo Telegram Tutti i Gruppi per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!