Questo filmato del vulcano islandese include i suoni dell’eruzione

Questo filmato del vulcano islandese include i suoni dell’eruzione

Il vulcano islandese Geldingardalsgos continua a eruttare sull’isola, consentendo a fotografi e videografi di catturare filmati incredibili. Il fotografo Jakob Vegerfors ha fatto proprio questo, includendo anche qualcosa che spesso manca dalle riprese registrate: il suono del vulcano.

Vegerfors ha messo insieme un video che combina il suono del vulcano con alcune riprese eccezionali che, secondo lui, è stato particolarmente difficile da realizzare, dicendo che era “molto più lavoro” per ottenere un livello adeguato di qualità del suono. Il risultato è molto più coinvolgente, portando gli spettatori nell’esperienza in modi che la musica doppiata sul metraggio non potrebbe mai fare correttamente.

“Il vulcano è ora molte volte più grande di quando ci sono andato per la prima volta e sembra continuare con la stessa forza”, scrive. “Ha completamente ricoperto il fondovalle e presto inizierà a fluire nella valle successiva.”

Ora che il vulcano è cresciuto a tali dimensioni, è notevolmente più pericoloso fotografarlo o persino avvicinarsi alla fessura.

“È un’esperienza diversa andarci adesso”, continua Vegerfors. “Dato che il vulcano è molto più grande, devi stare più lontano, ma allo stesso tempo sembra più intimidatorio. Il cratere cresce e collassa continuamente e il campo di lava è enorme, con molta pressione accumulata dall’interno “.

Ridere Calamari osserva che Vegerfors crede che mentre il vulcano continua a crescere, sembra che possa farlo per molto tempo. Ciò è in diretto contrasto con una dichiarazione di Þorvaldur Þórðarson, professore di vulcanologia e petrologia presso l’Università d’Islanda. Solo pochi giorni dopo la prima eruzione del vulcano, ha detto che secondo le sue stime, l’eruzione potrebbe terminare in un giorno o forse continuare per un mese. Ma dato quello che è stato notato come un rallentamento della velocità del flusso di lava, credeva che sarebbe stato probabilmente prima piuttosto che dopo. Chiaramente le cose sono cambiate.

“Dicono che la lava proviene da una profondità di circa 20 chilometri, dal mantello”, continua Vegerfors. “Ciò significa che qui fa molto più caldo delle ‘normali’ eruzioni, e significa anche che è probabile che continuerà a scorrere per molto tempo – mesi o anni. Se è corretto, è quello che viene chiamato un vulcano a scudo, dal nome della forma della cassa, che sembrerà un enorme scudo steso a terra.

Se ciò dovesse accadere, Vegerfors afferma che il vulcano crescerebbe fino a una dimensione abbastanza alta, forse diverse centinaia di metri di altezza, e coprirebbe la maggior parte dei picchi circostanti visti nelle immagini colpite.

“Anche se il processo richiederebbe diversi decenni, è un pensiero sbalorditivo”, conclude.

Anche se il video qui sopra dura meno di cinque minuti, Vegerfors afferma che caricherà una versione di 20 minuti “presto”. Per essere avvisato quando ciò accade, assicurati di iscriverti al suo canale YouTube.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!