Procuratore generale di New York a Sue Kodak per Insider Trading

Procuratore generale di New York a Sue Kodak per Insider Trading

L’ufficio del procuratore generale di New York sta preparando una causa per insider trading contro Eastman Kodak e il suo alto dirigente che si concentra sugli acquisti di azioni avvenuti prima di un accordo con l’amministrazione Trump per finanziare un’impresa farmaceutica durante la pandemia di Coronavirus.

Come riportato da Reuters, il caso si concentra sull’acquisto di circa 47.000 azioni Kodak da parte del presidente esecutivo Jim Continenza il 23 giugno 2020, avvenuto poche settimane prima che l’amministrazione Trump presentasse un accordo provvisorio per prestare alla società 765 milioni di dollari per avviare la produzione di componenti farmaceutici necessari per aiutare combattere la pandemia globale di coronavirus.

Quando la notizia del prestito è stata resa pubblica, il valore delle azioni di Kodak è balzato di oltre il 1.000%. Prima che l’accordo fosse annunciato il 27 luglio, le azioni della società chiudevano a circa $ 2,62 per azione. Ma entro il 29 luglio – dopo che il governo ha annunciato di aver firmato una lettera di interesse per fornire il prestito – il suo valore è salito a $ 60 per azione prima di chiudere finalmente a $ 33,20 dopo una giornata di negoziazione volatile. Le indagini dei comitati congressuali e delle autorità di regolamentazione dei valori mobiliari sono seguite poco dopo. Di conseguenza, il valore delle azioni di Kodak è sceso di nuovo e l’amministrazione Trump ha interrotto il processo di richiesta di prestito.

La Continenza ha preparato una dichiarazione per Reuters in cui afferma di non possedere informazioni sostanziali non pubbliche quando ha effettuato i suoi acquisti e di non aver praticato insider trading. Tuttavia, la società ha rifiutato di renderlo disponibile per ulteriori commenti. Kodak ha anche indicato che lo studio legale esterno Akin Gump Strauss Hauer & Feld LLP ha condotto le proprie indagini e ha riscontrato che gli acquisti sono stati approvati dal consulente legale della società e non hanno violato i regolamenti sui titoli o altre leggi pertinenti.

Secondo lo studio legale esterno, Continenza era incerta sulle possibilità di Kodak di ricevere il prestito al momento dell’acquisto delle azioni e, in quanto tale, non possedeva informazioni sostanziali non pubbliche che fornissero l’intenzione di illecito. Tuttavia, l’ufficio del procuratore generale di New York ha costruito il suo caso ai sensi del Martin Act, una legge statale che “autorizza il procuratore generale a indagare e portare avanti casi di frode finanziaria senza dimostrare l’intenzione o la conoscenza di illeciti”.

Eastman Kodak ha rilasciato una dichiarazione definendo l’approccio del procuratore generale alla causa una “nuova applicazione della legge sull’insider trading che cerca di imporre responsabilità in assenza di prove di intenti”. La società ha anche affermato che “la causa legale contemplata scoraggerebbe i dirigenti dall’investire in buona fede insieme ad altri azionisti a causa del timore che le negoziazioni approvate dagli avvocati interni possano essere ritenute illegali”.


Crediti immagine: Foto della sede globale di Eastman Kodak concessa in licenza tramite Depositphotos.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!