Poco M3 Pro per la revisione

Con oltre 3 milioni di unità spedite, il Poco M3 è chiaramente un successo. Ora davanti a noi c’è il Poco M3 Pro e vuole convincerci che abbiamo bisogno di più velocità nelle nostre vite e che il premio di € 30 ne vale la pena.

L’M3 vaniglia era dotato di un bel display per il segmento di prezzo, il modello Pro aggiunge una frequenza di aggiornamento di 90Hz al mix. Anche questo nuovo pannello sembra più luminoso, quindi questa potrebbe essere una delle parti migliori del telefono.

A 6.5
Fai un buco invece di una tacca

Un LCD IPS da 6,5 ​​”con frequenza di aggiornamento di 90 Hz e Gorilla Glass 3 • Perforare invece di una tacca

La durata della batteria sul modello vaniglia era eccezionale, la nostra unica lamentela era che con la ricarica limitata a 18 W ci sono volute tre ore intere per una carica al 100%. La zampa di scimmia ha esaudito il nostro desiderio: il modello Pro si caricherà più velocemente, ma solo perché la capacità della batteria è scesa da 6.000 mAh a 5.000 mAh (la ricarica è ancora limitata a 18 W). Almeno hai un caricabatterie nella confezione, uno da 22,5 W.

Ed è ancora una batteria piuttosto grande, quindi dovrebbe richiedere molto tempo per scaricarsi, anche se ci sono un paio di cose da considerare. Innanzitutto, il display a 90 Hz assorbirà più potenza. In secondo luogo, il chipset è costruito su un nodo più recente e dovrebbe essere più efficiente dal punto di vista energetico.

L'M3 Pro ha ancora un limite di ricarica di 18 W.
Vassoio scheda per 2 SIM e 1 microSD

L’M3 Pro ha ancora un limite di ricarica di 18 W • Vassoio scheda per 2 SIM e 1 microSD

Il Dimensity 700 è un chip da 7 nm, rispetto al vecchio Snapdragon 662 da 11 nm all’interno del telefono vaniglia. Abbiamo già confrontato Dimensity (è il cuore del Realme 8 5G), quindi sappiamo che ha prestazioni della CPU single-core molto più elevate e la potenza di calcolo della GPU è praticamente raddoppiata.

Non male per 30 € in più, anche se non hai accesso a una rete 5G. Molti lo fanno già, ma il fascino della connessione veloce a bassa latenza è ridotto se non giochi molto o riproduci in streaming video di alta qualità. E quelli sono vissuti meglio su un dispositivo più premium.

USB-C (2.0)
Jack per cuffie da 3,5 mm e blaster IR

USB-C (2.0) • Jack per cuffie da 3,5 mm e blaster IR

Il budget destinato al modem 5G avrebbe potuto acquistare una fotocamera aggiuntiva: l’M3 Pro avrebbe beneficiato di un modulo ultrawide. La fotocamera principale era abbastanza buona, anche se ottenere un video limitato a 1080p a 30 fps era limitante. Penseresti che il chipset più veloce lo aumenterebbe a 4K, ma no.

Fotocamera principale da 48 MP (limitata a video 1080p @ 30 fps), più una fotocamera macro e un sensore di profondità
Fotocamera principale da 48 MP (limitata a video 1080p @ 30 fps), più una fotocamera macro e un sensore di profondità

Fotocamera principale da 48 MP (limitata a video 1080p @ 30 fps), più una fotocamera macro e un sensore di profondità

A proposito, il Poco M3 Pro è basato sul Redmi Note 10 5G. E quando diciamo “basato su”, intendiamo che i due sono quasi esattamente la stessa cosa. Il retro è diverso, ovviamente, e il vassoio della scheda ha uno spazio dedicato per una microSD (il Redmi ha uno slot ibrido). Anche il prezzo è diverso: il modello a marchio Redmi viene venduto per € 230 con la stessa configurazione di memoria, rispetto a € 200 per il modello Poco.

Abbiamo completato la nostra recensione del Redmi Note 10 5G e ora stiamo iniziando con il Poco M3 Pro. Non ci aspettiamo che siano sostanzialmente diversi, ma qualcosa potrebbe sorprenderci.




Iscriviti nel Gruppo Telegram Tutti i Gruppi per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!