Photog cattura filmati della ISS in viaggio davanti a una “luna minerale” (Mineral Moon)

Photog cattura filmati della ISS in viaggio davanti a una “luna minerale” (Mineral Moon)

Alla fine di marzo, il fotografo Alexandru Barbovschi ha fotografato la frazione di secondo necessaria al passaggio della Stazione Spaziale Internazionale davanti alla luna. Dopo aver catturato perfettamente il raro passaggio, ha trascorso qualche minuto in più a scattare altre immagini per creare quella che è nota come “Luna minerale”.

Va notato che solo catturare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) che passa davanti a una luna piena è incredibilmente impegnativo. Oltre a pianificare e ricercare una location perfetta, un fotografo dovrebbe comunque sincronizzare perfettamente la propria fotocamera per catturare un evento che richiede meno di un secondo per accadere.

“In realtà ho deciso di provare a catturarlo la sera prima, quando ho visto la possibilità di ottenere un tempo adeguato durante il tempo di transito”, racconta Barbovschi PetaPixel. “Ho contattato il mio buon amico e gli ho chiesto di aiutarmi. Ha accettato, quindi due ore prima del transito, siamo partiti! ”

Barbovschi dice che era pronto a catturare l’evento appena 20 secondi prima che si svolgesse, tagliandolo incredibilmente vicino. Nelle sue parole, era “un tempismo molto stretto”.

Anche con la pressione del tempo, Barbovschi è riuscito a catturare l’evento, che si verifica solo per soli 0,7 secondi in tempo reale.

“Per offrire condizioni migliori per guardarlo, ho rallentato il video di circa quattro volte”, dice, spiegando che il video mostrato sopra è stato catturato a 100 fotogrammi RAW al secondo utilizzando una fotocamera astronomica monocromatica.

Barbovschi ha utilizzato una montatura Sky-Watcher Star Adventurer e uno Sky-Watcher Evostar 72ED (72 / 420mm) insieme a una ruota portafiltri con set di filtri Baader LRGB (per il transito, Barbovschi dice che è stato utilizzato un filtro UV / IR), un Barlow 2x e una fotocamera ZWO ASI174MM.

“Per ottenere i canali RGB a colori, ho scattato 3.000 fotogrammi per ogni canale (e altri 3000 tramite il filtro UV / IR, che è stato utilizzato come canale L in seguito)”, spiega. “Poiché la luna non si adatta al campo visivo in questa configurazione, sono stati girati due pannelli.”

In seguito, ha registrato altre foto e video utilizzando una serie di filtri colorati. La ISS è stata quindi ritagliata e impilata per aumentare la qualità e la nitidezza ei video RAW aggiuntivi sono stati elaborati e assemblati in un disco lunare a colori.

L’immagine della luna a colori finita è quella che è conosciuta come luna minerale. Come descritto dalla Nasa, le immagini della Luna minerale vengono registrate attraverso filtri spettrali specifici e combinate per creare uno schema di falsi colori esagerato che viene utilizzato per esplorare la composizione della superficie lunare poiché i cambiamenti nel contenuto di minerali producono sottili differenze di colore nella luce rifratta. In alcuni casi, il metodo è utilizzato a scopo di studio, ma nel caso di Barbovschi la tecnica è stata impiegata per l’impatto visivo.

“La ISS è stata ritagliata manualmente utilizzando Gimp, quindi impilata e affilata utilizzando cvAstroAlign (25 fotogrammi su 70 sono stati messi in pila). La luna è stata impilata utilizzando AutoStakkert! 3, quindi ho allineato i canali utilizzando PlanetarySystemLRGBAligner, quindi li ho combinati per ottenere RGB utilizzando ImageMagick.

Il panorama assemblato è stato creato utilizzando Hugin, con tutta la post-elaborazione eseguita in RawTherapee. Infine, la ISS è stata aggiunta di nuovo all’immagine utilizzando Gimp.

Barbovschi dice che la sua ultima foto e il suo video mostrano la ISS su una foto di luna a colori esattamente nella posizione in cui è stata originariamente catturata, ma sovrapposta a uno sfondo più accattivante e visivamente sbalorditivo. La quantità di sforzo che gli è stata necessaria per produrre le immagini e il video è sbalorditiva, ma la qualità del lavoro ne è valsa senza dubbio la pena.

Per ulteriori informazioni su Alexandru Barbovschi, assicurati di controllare il suo Flicker e seguilo Twitter, Facebook e Instagram.


Crediti immagine: Foto di Alexandru Barbovschi e utilizzate con autorizzazione.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!