Perché così tante fotocamere sono limitate dal design?

Perché così tante fotocamere sono limitate dal design?

Le fotocamere costose spesso mancano di funzionalità di base. Le limitazioni più comuni per progettazione sono gli schermi fissi e l’assenza di flash. Sospetto che alcuni designer di fotocamere non siano fotografi e non si rendano conto di quanto queste due funzionalità mancheranno.

Consideriamo queste due limitazioni. Altre limitazioni verranno discusse più avanti in questo articolo.

Fotocamere con schermi fissi

Uno schermo mobile ha molti usi, ma manca da molte fotocamere molto costose. Uno schermo mobile evita l’usura delle ginocchia. Alcuni dei modi in cui utilizzo uno schermo mobile includono:

  • Raggiungere un punto di vista basso per fotografare animali domestici e bambini.
  • Utilizzando il mio treppiede impostato in basso, che è più facile da configurare e più stabile.
  • Macro fotografia da tavolo.
  • Scattare selfie (foto o video).
  • Fissa la mia macchina fotografica su pali bassi, idranti, ecc.

Fotocamere senza flash

Sfortunatamente, tutte le fotocamere full frame sono prive di flash. Una volta potrebbero essere stati classificati come attrezzature professionali. E forse si pensava che i professionisti usassero solo flash grandi e potenti. Ma ci sono innumerevoli situazioni in cui un flash a bassa potenza fa perfettamente il lavoro. Inoltre, ovviamente, molti dilettanti usano fotocamere full frame e forum di fotografia si lamentano dei flash mancanti.

E ci sono molte situazioni in primo piano in cui è meglio avere il flash vicino all’obiettivo, come fotografare le antere (grappoli di polline) o gli insetti, nel profondo di un fiore:

Flash blocca l’azione e la vibrazione. Spesso è meglio e più facile che usare un treppiede.

Il modo più semplice che ho trovato per fotografare un orologio è con un flash a comparsa. Ho solo scattato da leggermente sotto il centro per evitare i riflessi. Ma un flash montato su una scarpa è così alto che devo scattare da ben al di sotto del centro per evitare i riflessi, che portano a una visione obliqua. (Il cristallo di questo orologio è piatto. I cristalli a cupola rappresentano una sfida maggiore per l’illuminazione).

L’alternativa a lunga esposizione (con fotocamera su treppiede) è molto meno desiderabile, con il risultato di lancette dei secondi sfocate o corone estratte per compromettere il movimento. E, naturalmente, non tutti gli orologi possono hackerare (interrompere il movimento).

Il flash può isolare notevolmente il soggetto perché la sua luminosità diminuisce con il quadrato della distanza. Quindi lo sfondo apparirà scuro se distante dal soggetto.

Un tocco di flash è ottimo per riempire le ombre dure con i ritratti illuminati dal sole.

Consideriamo altre due limitazioni di progettazione. Solo lenti fisse e monocromatiche.

Fotocamere con obiettivo fisso

Queste fotocamere hanno un obiettivo primario corto, non modificabile. Sono apprezzati per instillare una disciplina limitando gli utenti a un campo visivo moderatamente ampio. Henri Cartier Bresson e Fan Ho hanno fatto il loro lavoro migliore con questa limitazione.

Ho scoperto solo di recente Fan Ho, che utilizzava una Rolleiflex con un obiettivo da 75 mm. Ha il campo visivo di un obiettivo da 35 mm su una fotocamera full frame quando viene ritagliato in formato quadrato. Trovo che il lavoro di Ho sia assolutamente sbalorditivo. Che occhio! Ovviamente Ho teneva la telecamera all’altezza della pancia, cosa che possiamo fare con uno schermo mobile.

L’idea di andare in giro con un obiettivo corto e fisso mi ha incuriosito. Di recente ho scritto un articolo a riguardo.

Il mio impianto walk-around preferito è il mio Sony a6400 ILC con un obiettivo da 24 mm che ha il campo visivo sopra. Uso un obiettivo con messa a fuoco manuale o un obiettivo con messa a fuoco automatica in modalità manuale. L’ho impostato a f16 e metto a fuoco a 6 piedi, che è la distanza iperfocale. Questo è più veloce dell’autofocus e non c’è mai l’errore dell’autofocus che mette a fuoco la cosa sbagliata nell’immagine. Con questa impostazione, tutto, da 3 piedi a infinito, è nitido. Penso che sia la configurazione perfetta per la fotografia di strada.

Ma quanto sopra non è l’unico tipo di fotografia che mi piace. Fotografo anche animali selvatici con un teleobiettivo lungo, ritratti con un obiettivo o zoom leggermente lungo e insetti con un obiettivo macro. Il mio ILC fa tutto con l’obiettivo appropriato.

Molti di noi hanno chiesto: “Perché acquistare una fotocamera limitata quando puoi ottenere l’equivalente mettendo un obiettivo corto sul tuo ILC o non ingrandendo il punto e scatta?” Ma i possessori di fotocamere con obiettivo fisso li adorano.

Passiamo alla limitazione finale in base alla progettazione.

Solo monocromatico

Attualmente, solo Leica offre fotocamere solo monocromatiche. Ma quando scatti con una fotocamera mono o una fotocamera a colori in modalità mono, perdi un meraviglioso vantaggio disponibile in modifica. Questo vantaggio è la libertà di controllare la luminosità (nell’immagine mono) dei colori selezionati.

Considera questa immagine:

Di seguito sono riportati due trattamenti mono dell’immagine sopra.

L’immagine a sinistra è relativamente monocromatica, su ciò che otterresti da una fotocamera mono o da una fotocamera a colori in modalità mono. L’immagine a destra è stata regolata in modifica per rendere il rosso più luminoso.

Questo è solo un esempio della flessibilità di creare mono in modifica. Puoi creare qualsiasi effetto tu possa immaginare.

I filtri davanti all’obiettivo possono ottenere questi risultati con le fotocamere monocromatiche. Ma mi piace giocare con questi effetti in modifica.

Leica afferma che le loro fotocamere monocromatiche hanno una risoluzione maggiore rispetto alle versioni a colori perché i pixel non sono schermati dal filtro Bayer. Ma questa maggiore risoluzione è apparentemente difficile da percepire perché le fotocamere a colori hanno una risoluzione così superba.

Fstoppers ha fatto un confronto dettagliato tra la Leica Q2 in modalità monocromatica e la Leica Q2 Monochrom solo mono, che costa $ 700 in più rispetto alla cugina a colori. Il revisore non ha potuto percepire il vantaggio in termini di nitidezza della versione solo mono.

Una delle altre cose che Leica afferma sulla Monochrom è che la nuova fotocamera produrrà dettagli migliori, più nitidi e più nitidi. La rimozione di alcuni filtri significa che i dettagli saranno molto più chiari in Monochrom. Durante i nostri test, non abbiamo riscontrato che questo sia il caso. In quasi tutti gli scenari, sia nel “mondo reale” che in quelli controllati, i dettagli e la chiarezza tra i due erano praticamente identici. Non ci sono cambiamenti evidenti nella quantità di dettagli che Monochrom cattura rispetto all’originale.

Conclusione

Personalmente, preferisco fortemente le fotocamere con schermi mobili, obiettivi intercambiabili e flash incorporato e mi piacerebbe vedere più fotocamere (soprattutto quelle di fascia alta) che offrono tutte e tre le funzionalità.


Circa l’autore: Alan Adler vive a Los Altos, in California. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. È un appassionato fotografo da 60 anni. È anche un noto inventore con circa 40 brevetti. Le sue invenzioni più note sono l’anello volante Aerobie e la caffettiera AeroPress.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!