Microsoft brevetta la fotocamera quadrupla a quattro colori per abbinarla al logo di Windows

Microsoft brevetta la fotocamera quadrupla a quattro colori per abbinarla al logo di Windows

Microsoft ha brevettato un nuovo sistema di “fotocamera con logo” da utilizzare sui suoi dispositivi. Utilizza un array di quattro fotocamere a forma del suo iconico logo Windows in cui ogni singola fotocamera è ottimizzata per un colore specifico.

Scoperto e visualizzato da LetsGoDigital, il brevetto è stato originariamente depositato nell’ottobre del 2020 e la documentazione di 40 pagine è stata pubblicata pubblicamente il 14 maggio 2021.

Secondo la documentazione, le quattro fotocamere sono disposte in un array quadrato che verrebbe posizionato sotto lo schermo in cui ciascuna fotocamera includerebbe un filtro colorato corrispondente al logo Microsoft. Le fotocamere rossa, verde, blu e gialla presumibilmente visualizzerebbero il logo dell’azienda o fungerebbero da luci di notifica quando non vengono utilizzate per acquisire immagini.

Per impostazione predefinita, viene visualizzato il logo Microsoft, ma non appena la fotocamera viene attivata, scompare e l’otturatore viene aperto.

Il brevetto suggerisce che ogni fotocamera è ottimizzata per il rispettivo colore e fornisce al dispositivo “un sacco di dati per generare immagini impressionanti”. La società afferma inoltre che l’utilizzo di un sistema a quattro fotocamere anziché una singola fotocamera può portare a un dispositivo complessivamente più sottile. L’utilizzo di quattro fotocamere per svolgere un lavoro normalmente riservato a una fotocamera “normale” potrebbe essere un po’ eccessivo, poiché il sistema farà molto affidamento sul software e sulla potenza di elaborazione dei relativi dispositivi per unire i dati delle quattro fotocamere in una singola immagine.

Le quattro singole fotocamere probabilmente significherebbero migliori prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, ma avrebbero anche lo svantaggio di introdurre più rumore poiché la conversione del colore è apparentemente particolarmente sensibile a questo inconveniente.

“La fotocamera frontale quadrupla è posizionata in un array 2×2. Optando per più sensori della fotocamera, è possibile utilizzare anche moduli della fotocamera più sottili, consentendo al dispositivo di mantenere il suo fattore di forma sottile ” LetsGoDigital spiega. “Per ottenere un’elevata risoluzione della fotocamera, viene aumentata la densità di pixel dello schermo. Ogni sensore e obiettivo è configurato per essere ottimizzato per particolari colori.”

Poiché si tratta solo di un documento di brevetto trovato, non ci sono informazioni sui problemi di qualità inerenti all’utilizzo di una fotocamera sotto il display, ma il brevetto non esclude l’uso dell’array sul retro del dispositivo.

Come illustrato di seguito, il concetto non è riservato solo all’uso negli smartphone e potrebbe essere potenzialmente utilizzato su futuri tablet, laptop e display desktop Microsoft come sistema di telecamere sotto il display. Non è chiaro quanto questo tipo di tecnologia costerebbe al consumatore finale poiché la tecnologia della fotocamera sotto il display è ancora nelle sue fasi iniziali.

Poiché si tratta solo di una prima scoperta di brevetto, (inizialmente depositata nel 2019), non è chiaro quando questa tecnologia arriverà sul mercato, o anche se l’azienda la sta perseguendo attivamente. Alla ricerca del display principale perfetto e ininterrotto, più aziende stanno cercando modi diversi per arrivarci. Xiaomi ha recentemente brevettato una soluzione sotto il display e Google sta anche lavorando a una soluzione per eliminare il foro o la tacca presenti su quasi tutti gli smartphone moderni.


Crediti immagine: Rendering per gentile concessione di LetsGoDigital e utilizzato con il permesso.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!