Linee di costa e sorvolo spiagge con i droni, arrivano alcune indiscrezioni

Linee di costa e sorvolo spiagge con i droni, arrivano alcune indiscrezioni

Sta per arrivare la fatidica data del 1 giugno che significava per molti l’inizio del periodo estivo, magari un preavviso delle vacanze o un approssimarsi della fine delle scuole per gli studenti pre DAD e pre Covid19. Per molti appassionati di droni invece significa le preclusione del volo in prossimità delle linee di costa e non solo delle spiagge quindi, per i tre mesi estivi arrivando sino al 30 settembre.

Le Regole dell’Aria Italiane, d’ora in avanti chiamate RAIT prevedevano al loro interno alcuni paragrafi creati molto probabilmente per tutelare i bagnanti estivi, dall’eccessivo afflusso di aeromobili tradizionali.
Chi non ricorda gli aerei con striscioni o il lancio volantini o gadget negli anni 60/70 in Riviera Romagnola?
Purtroppo con l’assioma che i piccoli droni civili siano di fatto paragonati a veri e propri aeromobili, seppur in questa caso si parli di aeromobili a pilotaggio remoto, ha di fatto relegato a terra anche i droni nel periodo estivo che va dal 1 giugno al 30 settembre di ogni anno.

Per l’esattezza la RAIT estendono il divieto di sorvolo 100 metri prima e dopo la linea di costa a una altezza non inferiore a 300 metri. Dato che l’altezza massima raggiungibile legalmente da un drone, salvo particolari autorizzazioni, è di 120 metri, risulta ovvio che essi non possano sorvolare tali zone.
Ricordiamo che la linea di costa, non si riferisce solo alle spiagge, ma si intende tutto il perimetro del BelPaese, che essendo una penisola è molto ampio.

Noi di Dronezine abbiamo spesso parlato di questo tema, ma vi rimandiamo alla lettura di questo articolo per i dettagli normativi e non annoiarvi più di tanto.
Questa sera Massimiliano Barbaro sul proprio canale YouTube di sul canale Drone Sardegna che è anche un gruppo Facebook, riporterà alcune indiscrezioni ricevute da fonti attendibili, circa la probabile (il condizionale è d’obbligo in questo caso) rimozione della limitazione che circonda tutte le coste italiane e ben visibile sul sito web D-Flight, che riporta le limitazione e le estensioni geografiche delle zone proibite, regolamentate o pericolose relative al sorvolo degli UAS o droni per usare un termine volgarmente conosciuto.
A tale diretta che avrà luogo alle ore 21:30 di domenica 16 maggio 2021, parteciperanno anche Alessio Giusti di FlyBri, Danilo Scarato di Quadricottero News e Stefano Orsi di Dronezine.
L’evento è gratuito e vi consigliamo di pre iscrivervi qui.

Saremmo veramente contenti se tale divieto fosse definitivamente eliminato, fermo restando il rispetto dei regolamenti europei, circa l’obbligo assoluto di non sorvolare mai e per nessuno motivo gli assembramenti di persone, di rimanere a debita distanza dalle persone non coinvolte e non informate eccetera, ma ci rimane un dubbio. Ovvero che nei giorni scorsi l’Ente Nazionale Aviazione Civile, ha pubblicato una nuova versione delle Regole dell’Aria Italia, ovvero l’edizione 4 del 13/05/2021 che entrerà in vigore dal 1 settembre 2021 e  nell’articolo RAIT.5005 Regole del volo a vista paragrafo D 1) sia ancora riportato, come nelle precedente versione la seguente dicitura:

“tranne quando sia necessario per il decollo o l’atterraggio su aeroporti costieri, dal 1° giugno al 30 settembre compresi, un volo VFR non deve essere effettuato al di sopra delle spiagge, entro 100 m da entrambi i lati della linea di costa, ad un’altezza inferiore a 300 m (1 000 ft). Tale prescrizione non si applica agli aeromobili di Stato e agli aeromobili impegnati nelle operazioni speciali di cui all’art. 4 del Regolamento SERA.”

Speriamo in bene!
A tutti, appuntamento per questa sera su YouTube per ascoltare i dettagli e le novità che riporterà Massimiliano Barbaro.

https://www.youtube.com/watch?v=rUnparFfLrY



Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine