L’app fotografica “antisociale” sfida ciò che dovrebbero essere i social media

L’app fotografica “antisociale” sfida ciò che dovrebbero essere i social media

Minutiaecoin si autodefinisce l’app social “antisociale”. Sfida il design convenzionale limitando gli utenti a un solo minuto di utilizzo al giorno e anonimizza le condivisioni nel tentativo di incoraggiare gli utenti ad “abbracciare il noioso e il banale”.

Quattro anni fa, il progetto fotografico “Anti-Social” “Minutiae” è stato rilasciato tramite l’App Store di Apple. Da allora, ha accumulato un modesto 25.000 download, che potrebbe non sembrare molto, ma è comunque impressionante dato che il budget del progetto artistico originale era di soli $ 10.000 e non prevedeva investimenti esterni.

Il concetto dell’app si aggiunge ulteriormente a quella statistica impressionante.

Minutiae incoraggia i suoi utenti a evitare immagini di “influencer” eccessivamente complicate, programmate e pianificate che sono arrivate a dominare il panorama dei social media attraverso un design unico. L’app invierà casualmente agli abbonati un allarme per ricordare loro di registrare qualunque cosa accada intorno a loro in quel particolare momento, e sono incoraggiati a farlo indipendentemente da quanto “noioso” possa essere.

L’allarme casuale viene inviato a tutti gli utenti contemporaneamente (indipendentemente dal fuso orario), il che significa che la maggior parte delle foto sull’app vengono catturate in tutto il mondo nello stesso momento. Una volta che i partecipanti hanno scattato le loro foto, vengono concessi loro solo sessanta secondi per sfogliare la propria cronologia cronologica o quella di uno sconosciuto casuale con cui sono stati abbinati. Allo scadere del minuto, l’app si spegne e gli utenti devono attendere il prossimo allarme casuale per poter utilizzare nuovamente l’app.

L’app anti-social mantiene tutto anonimo con il focus sul “momento” nel tempo. È così dedicato a questa causa che gli utenti non possono “seguire” o iscriversi al feed di un altro utente. Per quanto strano possa sembrare, i fondatori hanno affermato che questo processo è di per sé un’opera d’arte.

“La nostra tesi non è che i social media siano ‘cattivi’, solo che finiscono per farci guardare il mondo e documentare le nostre esperienze, in un modo molto particolare”, hanno detto i fondatori quando l’applicazione è stata originariamente lanciata. “Attraverso il nostro uso di Facebook, Instagram, Snapchat, ecc., siamo in un processo continuo (spesso inconsapevolmente) di raffinamento dei filtri che determinano il modo in cui catturiamo le nostre vite… Minutiae ci libera da questa pressione per esibirci poiché non hai più la possibilità per scegliere ciò che stai documentando: le connessioni sono singolari e casuali.

La società afferma di “liberare” ulteriormente la sua base di utenti con la restrizione d’uso di un minuto al giorno, che è un modello di business molto diverso dal mercato principale. L’app ha lo scopo di catturare momenti senza script, non curati e non filtrati nella vita di tutti i giorni.

“Momenti che non apprezziamo appieno finché non se ne vanno”, afferma il co-creatore Martin Adolfsson.

Alcuni utenti hanno segnalato di aver utilizzato l’app come stimolo creativo durante il blocco causato dalla pandemia di coronavirus, dal momento che sono rimasti spesso bloccati nello stesso spazio per così tanto tempo, mantenendoli così abbastanza motivati ​​a catturare qualcosa di nuovo.

Poiché l’applicazione consente di utilizzarla solo per un minuto al giorno, per “completare” un ciclo completo sull’app sono necessari 1.440 giorni di utilizzo (appena circa quattro anni). Pertanto, al momento della pubblicazione, circa il 40% degli abbonati originali sta terminando il primo ciclo. Secondo la società, questo tasso di ritenzione è “un livello che la maggior parte delle aziende tecnologiche potrebbe solo sognare”.

Quando gli utenti terminano il loro ciclo, Minutiae fornisce loro un modo per visualizzare l’evoluzione della loro vita negli ultimi anni. Sebbene molte (se non la maggior parte) delle foto appaiano noiose, avranno inevitabilmente un grande valore personale per il creatore ed è proprio questo il significato del progetto e dell’app.

Una volta completato il ciclo, gli utenti possono ottenere un download completo del loro archivio fotografico che possono anche stampare in un libro in edizione limitata. Secondo il sito web della società, stanno limitando questi libri a sole 100 persone e, a quanto pare, non ne sono rimasti molti.

L’app Minutiae è disponibile per $ 14,99 sull’App Store di Apple.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!