La vulnerabilità principale colpisce tutti i dispositivi NAS Western Digital che eseguono OS 3

La vulnerabilità principale colpisce tutti i dispositivi NAS Western Digital che eseguono OS 3

Western Digital si sta ancora riprendendo da due diversi exploit importanti che sono stati utilizzati per cancellare in remoto i dischi rigidi dei suoi prodotti My Book Live, ma il mal di testa non è finito. Anche molte altre unità NAS Western Digital che eseguono il suo sistema operativo 3 presentano una vulnerabilità che l’azienda non risolverà.

Un nuovo rapporto pubblicato dal giornalista di sicurezza Brian Krebs ha scoperto che i prodotti Western Digital che eseguono il software My Cloud OS3 dell’azienda hanno una vulnerabilità zero-day che può essere risolta solo aggiornando all’OS 5 dell’azienda (non esiste OS 4).

Due ricercatori di nome Radek Domanski e Pedro Riberio originariamente avevano pianificato di dimostrare la falla di sicurezza l’anno scorso in una competizione di hacking, ma Western Digital ha rilasciato OS 5 che ha corretto il bug che hanno trovato prima che potessero. Quel nuovo aggiornamento ha annullato il loro lavoro perché la concorrenza richiedeva voci per funzionare con l’ultimo firmware supportato dal dispositivo di destinazione.

I due hanno comunque pubblicato le loro scoperte nel video qui sotto che documenta come i due abbiano scoperto una catena di punti deboli che consente a un utente malintenzionato di aggiornare in remoto il software del dispositivo vulnerabile con una backdoor dannosa utilizzando un account utente con privilegi limitati con una password vuota.

Il problema può essere risolto aggiornando a OS 5, ma non tutti i dispositivi che eseguono OS 3 possono essere aggiornati a OS 5 e non tutti coloro che possiedono un dispositivo che esegue OS 3 desiderano eseguire l’aggiornamento a causa delle modifiche che l’azienda ha apportato all’utente Esperienza. I fotografi in particolare sono stati colpiti negativamente.

Non molto tempo dopo il rilascio di OS 5, gli utenti hanno iniziato a lamentarsi del fatto che l’aggiornamento stava causando gravi problemi di usabilità. In un rapporto di MacWorld, alcuni hanno affermato che l’aggiornamento richiedeva la completa eliminazione dei supporti di memorizzazione e che mancassero numerose funzioni amate e utilizzate dalla comunità. Ad esempio, alcuni hanno riferito di non poter più accedere ai dati tramite l’app desktop, WebDAV o la dashboard remota né di essere in grado di organizzare i backup tramite WD SmartWare o WD Sync.

Inoltre, OS 5 sembrava rompere numerose app di terze parti sviluppate per il sistema. Secondo MacWorld, è stata eliminata anche l’integrazione dei servizi cloud di Google, Dropbox, One Drive e Adobe.

Oltre a questi problemi, i fotografi in particolare hanno segnalato problemi con alcuni che hanno segnalato l’indicizzazione senza fine per la generazione di miniature che ha persino bloccato i dispositivi.

“Ho EX2 Ultra 8TB circa 1,2 TB di dati. Sono trascorse più di 24 ore di indicizzazione. Cosa sta succedendo?” un utente segnalato.

“I miei fan hanno corso a 10k RPM da ieri pomeriggio. Sto osservando attentamente le temperature dell’HDD nel caso in cui la ventola si spenga”, ha detto un altro.

“La fotografia è il mio hobby. Sto usando HOME-NAS per archiviare e fare il backup delle mie foto. Quindi ho almeno più di 40.000 foto a portata di mano, .jpg, .psd o .raw”, ha riferito un utente. “Ad essere onesti, non ho affatto bisogno di una miniatura. Voglio solo che le mie foto siano al sicuro e posso raggiungerle ovunque (ovviamente con internet). Ma non ho un’opzione per disattivare la miniatura. Quindi ora sembra che l’indicizzazione non si fermi e l’app mobile My Cloud non funzioni completamente.”

Per questi motivi, molti fotografi si sono esortati a non eseguire l’aggiornamento da OS 3 a OS 5 a causa dei problemi.

“La versione My Cloud OS 5 è un importante aggiornamento che aggiorna in modo completo l’architettura di sicurezza del sistema operativo My Cloud. Come tutti i principali aggiornamenti del sistema operativo, l’aggiornamento da OS 3 a OS 5 ha introdotto nuove funzionalità e ha ritirato alcune funzionalità precedenti che venivano utilizzate di rado o presentavano problemi di sicurezza. Dalla versione iniziale nell’ottobre del 2020, abbiamo rilasciato aggiornamenti a My Cloud OS 5 ogni mese per rispondere al feedback dei clienti, risolvere i problemi e ripristinare le funzionalità più utilizzate che erano state omesse dalla versione originale”, ha detto un rappresentante di Western Digital PetaPixel.

“Per chiarire, l’aggiornamento da My Cloud OS 3 a OS 5 non ha mai richiesto l’eliminazione completa dei supporti di memorizzazione. In altri casi, la funzionalità è ora fornita in una forma o applicazione diversa; ad esempio, le applicazioni WD Sync e SmartWare sono state sostituite con Acronis True Image for Western Digital, che offre backup e protezione ransomware in un’unica applicazione per computer Windows e Mac. Riteniamo che My Cloud OS 5 offra la migliore e più sicura esperienza di cloud personale che abbiamo mai rilasciato e continuiamo a consigliare a tutti gli utenti idonei di OS 3 di eseguire l’aggiornamento il prima possibile”.

Western Digital afferma che la soluzione migliore è semplicemente eseguire l’aggiornamento a OS 5, che per molti non sembra una soluzione poiché quel sistema operativo li danneggia più di quanto non aiuti. Sfortunatamente, Western Digital ha dichiarato apertamente che non ha intenzione di aggiornare OS 3 per risolvere il problema in modo che anche coloro che godono ancora delle numerose funzionalità di quel vecchio sistema operativo possano essere protetti.

Se un dispositivo non supporta l’aggiornamento, Western Digital consiglia di acquistare semplicemente un sistema più recente.

“Non forniremo ulteriori aggiornamenti di sicurezza al firmware My Cloud OS3″, ha dichiarato la società su una pagina di supporto. “Incoraggiamo fortemente il passaggio al firmware My Cloud OS5. Se il tuo dispositivo non è idoneo per l’aggiornamento a My Cloud OS 5, ti consigliamo di eseguire l’upgrade a una delle nostre altre offerte My Cloud che supportano My Cloud OS 5”.

PetaPixel ha contattato il produttore NAS Synology per chiedere se l’approccio di Western Digital alla fine del supporto per i dispositivi fisici, come My Cloud Live o qualsiasi dispositivo che non può essere aggiornato a OS 5, fosse standard nel settore.

La risposta breve è no, non è una pratica standard.

“Synology continua a supportare i nostri dispositivi NAS e DSM oltre la vita di produzione di qualsiasi modello. L’hardware è protetto da una garanzia minima di due anni e continuiamo a offrire supporto tecnico e aggiornamenti DSM oltre il periodo di garanzia”, ​​ha affermato un rappresentante Synology.

“Non importa quale pezzo di tecnologia gli utenti stiano cercando di acquistare, dovrebbero sempre guardare le garanzie di aggiornamento di sicurezza del fornitore. Considerare la posizione di un’azienda in materia di sicurezza e vedere una cronologia di aggiornamenti coerenti e follow-through dovrebbe essere parte del processo di acquisto di tutti”.

Le offerte NAS di Western Digital sono state probabilmente scelte rispetto ai prodotti Synology a causa di un mix di riconoscimento del marchio e facilità d’uso promessa dalla piattaforma My Cloud. Il sistema di Synology è più potente e più facilmente personalizzabile, ma generalmente non è visto come facile da usare. Chiaramente, c’è un compromesso, poiché Western Digital ha ripetutamente dimostrato che tramonterà l’hardware non supportandolo con aggiornamenti software oltre la vita di produzione del prodotto.

Per coloro che possiedono un dispositivo con OS 3 e non possono o non vogliono eseguire l’aggiornamento a OS 5, Domanski e Ribiro hanno sviluppato una patch gratuita per mantenere i dispositivi al sicuro. Sfortunatamente, dovrà essere riapplicato ogni volta che il dispositivo viene riavviato. Le unità possono anche essere tenute al sicuro scollegandole da Internet.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!