La super risoluzione elimina il vantaggio delle fotocamere con megapixel elevati

La super risoluzione elimina il vantaggio delle fotocamere con megapixel elevati

La corsa ai megapixel ha preso piede ultimamente con la maggior parte dei nuovi modelli che superano i 45 megapixel e circolano voci di sensori da 100 megapixel all’orizzonte. Ma cosa succederebbe se le immagini a bassa risoluzione di fotocamere come la Sony a7S III e la Canon R6 offrissero più dettagli insieme a ulteriori vantaggi in condizioni di scarsa illuminazione? Adesso possono.

Ormai probabilmente hai sentito parlare della nuova funzionalità di Adobe per Adobe Camera RAW chiamata Super Resolution. Questa funzione va oltre i tradizionali algoritmi di nitidezza e dettaglio per offrire un miglioramento completo dell’immagine con un aumento di 2x nella risoluzione lineare con conseguente aumento di 4x nel numero di pixel. Anche se questa non è la prima volta che vediamo l’upscaling delle funzionalità del software, la Super Risoluzione di Adobe funziona molto bene e funziona all’interno di Adobe Camera RAW utilizzando i tuoi file RAW originali. Il vantaggio qui è un flusso di lavoro più snello che consente di eseguire tutte le operazioni di modifica, ritocco e ridimensionamento con i nuovi file a risoluzione più elevata.

Leggi anche: Photoshop Super Resolution vs Topaz Gigapixel AI: Upscaling Throwdown

Tuttavia, dopo aver esplorato in modo approfondito questa funzionalità, ho avuto un’altra idea. Le fotocamere a bassa risoluzione come la Sony a7S III sono state a lungo applaudite per le loro capacità in condizioni di scarsa illuminazione. In breve, i sensori a bassa risoluzione hanno pixel più grandi che spesso significano più luce e quindi risultati migliori a ISO elevati. Per metterlo alla prova, ho scattato immagini identiche a 25.600 ISO su Sony A7SIII e Sony A7RIV e ho eseguito lo stesso test confrontando la Canon EOS R6 da 20 megapixel con la R5 da 45 megapixel. Dopo aver utilizzato la funzione Super Resolution su entrambe le immagini a bassa risoluzione, i risultati sono stati sorprendenti.

Sony Alpha 7S III, ISO bassi
Sony Alpha 7R IV, ISO bassi
Sony Alpha 7S III, ISO elevati
Sony Alpha 7R IV, ISO elevati
Test ISO basso | A sinistra: Alpha 7S III dopo Super Resolution. A destra: Alpha 7R IV
Test ISO elevati | A sinistra: Alpha 7S III dopo Super Resolution. A destra: Alpha 7R IV

La Sony a7S III armata di una nuova risoluzione di 48 megapixel è andata in punta di piedi con la a7R IV in dettaglio e lo ha fatto con un rumore significativamente inferiore e una maggiore ritenzione del colore. Ho ripetuto il test utilizzando R6 e R5 di Canon che hanno nuovamente confermato risultati simili anche se in questo caso, l’R6 vantava 80 megapixel che battono R5, con più dettagli pur mantenendo più informazioni sul colore e meno rumore quando si scatta a ISO più alti.

Canon EOS R6, ISO bassi
Canon EOS R5, ISO bassi
Canon EOS R6, ISO elevati
Canon EOS R5, ISO elevati
Test ISO basso | A sinistra: EOS R6 dopo Super Resolution. A destra: EOS R5
Test ISO elevati | A sinistra: EOS R6 dopo Super Resolution. A destra: EOS R5

Sebbene occasionalmente potessi vedere un leggero artefatto e un aumento dell’aberrazione cromatica, i file migliorati erano nel complesso di gran lunga superiori alle immagini a bassa risoluzione in dettaglio e mi hanno permesso di ingrandire le mie immagini per un ritocco più facile. Questa maggiore risoluzione è stata anche un notevole aggiornamento quando avevo bisogno di ritagliare o modificare le proporzioni delle mie immagini, il tutto senza alterare il mio flusso di lavoro Adobe Camera RAW nativo.

Questa tecnologia migliorerà solo nel tempo e la capacità di utilizzarla con fotocamere a bassa risoluzione che hanno risultati ISO elevati superiori la rendono un potenziale punto di svolta per quelli di noi che richiedono immagini ad alta risoluzione soprattutto quando si lavora in condizioni di scarsa illuminazione.


Circa l’autore: Dan Watson è un fotografo di matrimoni e metà del duo marito e moglie Dan e Sally Photography con sede a Orlando, in Florida. Come squadra di marito e moglie, i due portano una prospettiva unica alla loro fotografia. Condividendo i nostri talenti individuali, sono in grado di fornire risultati professionali catturando l’emozione e il romanticismo delle storie personali dei loro clienti. I due possono essere visti mentre discutono di telecamere e tecniche attraverso il canale YouTube di Dan, Learning Cameras.



Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!