La reflex digitale: una revisione a lungo termine della Canon 5D Mark IV

La reflex digitale: una revisione a lungo termine della Canon 5D Mark IV

Rilasciata nel 2016, la Canon 5D Mark IV ha ricevuto una serie di recensioni, la maggior parte delle quali piuttosto negative. 5 anni dopo, come regge questa fotocamera nei lavori professionali e farò l’upgrade da essa?

L’anno scorso, appena prima che le cose andassero leggermente fuori controllo, sono passato da una 5D Mark II a una 5D Mark IV. In qualità di fotografo di moda che ancora fotografa eventi per lavoro, stavo cercando un aggiornamento per due motivi: maggiore risoluzione, ISO più elevato, doppio slot per schede.

Nell’ecosistema Canon, la 5D Mark IV era la fotocamera più ragionevole. In caso di pandemia, ho perso tutto il mio lavoro sugli eventi e ho deciso di licenziare completamente quel ramo, come avevo intenzione di fare da tempo. Dopo aver girato tutti i tipi di lavoro sulla 5D Mark IV e aver visto come si è comportato per me, sono pronto a condividere i miei pensieri su questa fotocamera. (Spoiler: è un’ottima fotocamera.)

Devo sottolineare che non sono un fotografo tecnico e probabilmente non scriverò i pixel e discuterò di dettagli di nicchia. Finora, ho acquistato l’attrezzatura di cui avevo bisogno per portare a termine il mio lavoro, e non perché potrei averne bisogno per portare a termine un lavoro.

Il primo elemento della mia lista erano obiettivi zoom decenti che potevano fare f / 2.8. Mentre mi ci sono voluti diversi anni per arrivarci, ho prima investito nel vetro, solo dopo sono arrivati ​​i buoni corpi. Al momento possiedo tre obiettivi: un 16-35mm f / 2.8 II, un 24-70mm f / 2.8 I e un 70-200mm f / 2.8 IS I. Come puoi vedere, non inseguo gli ultimi e il più grande – inseguo solo il minimo indispensabile per svolgere con sicurezza il mio lavoro.

Panoramica

Ho visto l’aggiornamento a una 5D Mark IV come un salto verso nuovi orizzonti. Era meglio sotto ogni aspetto di una 5D Mark II, e questo è stato davvero un aggiornamento che volevo da un po ‘di tempo. La fotocamera aveva molte nuove funzionalità e miglioramenti che la rendevano incredibilmente adatta per gli eventi di ripresa, specialmente in condizioni di scarsa illuminazione. La risoluzione migliorata era ottima per il ritaglio, l’ergonomia lo rendeva adatto per le mie mani grandi e il mirino non mancava mai di avvertirmi che sto facendo qualcosa di sbagliato.

Anche la fotocamera è costruita molto bene e, nonostante io la usi nelle condizioni più brutte, regge. L’avevo lasciato cadere, inzuppato e abusato. Finora va bene e spero che rimanga così. Il conteggio dell’otturatore si sta avvicinando al traguardo di 100.000. Presto aggiungerò un 5DS al mio arsenale, poiché il lavoro di bellezza richiede una risoluzione extra.

Il bene

La serie 5D è abbastanza speciale per me in generale. Il mio primo lavoro importante è stato girato con una fotocamera 5D. La 5D Mark II, che mi ha regalato bei ricordi, mi ha mostrato che è stata costruita per essere un cavallo di battaglia. La 5D Mark IV si basa su quell’incredibile eredità. Offre una grande qualità costruttiva, con il corpo che si sente solido. La lega di magnesio di cui è composta è sopravvissuta a molte ammaccature e grandi urti. Finora, l’unica parte che ho dovuto sostituire è stata l’hot-shoe. Se hai un cacciavite, è una riparazione di 10 minuti.

Colori

La riproduzione del colore è molto importante per il mio lavoro. Pur prestando molta attenzione alle tonalità della pelle, mi piace che anche tutti gli altri colori siano fedeli a ciò che sono. Avendo svolto un ampio lavoro di bellezza su di esso, fa un ottimo lavoro mantenendo i toni, oltre a offrire profondità di colore (24,8 bit). La gamma dinamica di 13,6 EVF significa che posso avere molti dettagli anche nelle condizioni più insolite. Ciò si deteriora con ISO più alti, ma ho scoperto che qualsiasi cosa scattata fino a ISO 6400 è molto solida e può essere stampata su una stampa di medie dimensioni e la maggior parte digitale.

Ho dovuto scattare ritratti a ISO 6400 e andavano bene. Qualunque cosa oltre ISO 6400 non è utilizzabile ai miei occhi. Ci sono incongruenze. L’unico utilizzo che vedrei per questa fotocamera ad alti ISO è al lavoro di stampa che sarà in bianco e nero. Un consiglio generale sarebbe quello di scegliere il bianco e nero quando sei a un ISO elevato.

Connettività

Dato che lavoro con un team la maggior parte del tempo, il tethering è enorme per me. Fortunatamente la porta USB 3.0 non ha problemi a fornire immagini a Capture One a grande velocità. Questo è enorme per me, poiché ho avuto alcuni problemi di velocità con il Mark II.

Altre funzionalità di connettività sono in qualche modo irrilevanti per me. Ho usato la funzione WiFi solo quando volevo pubblicare rapidamente qualcosa su una storia di Instagram. Non ho mai dovuto usare NFC e ho trovato anche il GPS un po ‘ridondante. La porta HDMI era utile con i monitor esterni e anche il jack del microfono mi ha aiutato a ottenere un audio più pulito. La porta di sincronizzazione del PC è un po ‘datata, ma l’ho usata una volta con una configurazione flash nodosa in cui ho mescolato un numero di marchi.

Autofocus

L’autofocus di questa fotocamera non è secondo a nessuno. Lo stesso modulo viene utilizzato sulla serie di punta 1D X costruita per la fotografia di sport d’azione. Il sistema di messa a fuoco automatica ha molti punti, che lo rendono nitido il 99% delle volte. Se sai cosa stai facendo, al 100%. Anche la messa a fuoco automatica continua nel video è stata una bella aggiunta. Sono pessimo quando si tratta di mettere a fuoco, molti dei video che ho girato su di esso si basavano su quell’autofocus video continuo.

video

A proposito di video: vorrei averne girato di più. Finora, le uniche volte in cui ho lavorato ai video sulla 5D Mark IV erano eventi riprogrammati. Anche allora, la fotocamera è stata utilizzata per entrambi: foto e video. La modalità personalizzata sul quadrante principale ha reso quel processo incredibilmente facile da eseguire e le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione hanno assicurato risultati decenti indipendentemente dal luogo.

Facilità di utilizzo

Quando è arrivato per la prima volta, non ho avuto problemi a conoscerlo. Il salto dalla 5D Mark II è stato molto facile. Fortunatamente, la maggior parte dei pulsanti è rimasta dov’era. L’interruttore di accensione / spegnimento situato proprio accanto al selettore di modalità è stato molto apprezzato.

La caratteristica di cui ero più entusiasta era la possibilità di personalizzarla a mio piacimento. Il pulsante AF-on attiverà la modalità AI-Servo per me, mentre m-fn (comodamente vicino all’otturatore) cambierà l’ISO.

Il touchscreen sembrava inutile, ma lo adoro. Questo mi ha aiutato a essere più efficiente e ad adattarmi agli scenari molto più velocemente. Per me un segno di buona attrezzatura è non dover aprire mai il manuale. Con la 5D Mark IV, questo è il caso.

Il cattivo

Questa fotocamera è stata incredibilmente buona con me, ma ha i suoi difetti. Devo dire che nessuno di loro è critico quando si tratta della maggior parte del lavoro. Sono belle aggiunte.

Schermo articolato

Il più grande per me è la sua mancanza. Questo non è niente in confronto al non avere affatto live-view (come nella mia prima DSLR) ma comunque, uno schermo articolato sarebbe un bel tocco.

Mancanza di funzionalità video

Un’altra svolta è la mancanza di funzionalità video. Ricordo di aver raggiunto il picco di messa a fuoco sulla 5D Mark II e di essere riuscito a ottenere una messa a fuoco corretta. Probabilmente con il focus peaking, farei più lavori video in quanto rende la vita molto più facile. Non vedo l’ora di vedere l’uscita di Magic Lantern per la 5D Mark IV – è in lavorazione da un po ‘di tempo.

Misurazione spot selettiva

Una bella caratteristica da avere sarebbe la misurazione spot per un punto di messa a fuoco automatica selezionato. Questo è per lo più applicabile alla fotografia di concerti in cui tutto tranne il soggetto è scuro.

Qual è il prossimo?

Non ritirerò la mia 5D Mark IV fino a quando non si romperà. E anche allora, potrei semplicemente prenderne un altro usato e seguirlo. La Mark IV è un’ottima fotocamera che può essere utilizzata praticamente per qualsiasi genere di fotografia. Presto acquisterò un 5DS, poiché ho bisogno di più risoluzione e non mi interessa davvero l’ISO.

Perché non la Canon R5? Perché devo comprarne due se decido di investire nella R5. Ciò equivale a $ 8.000, che la mia azienda non è pronta ad affrontare. Ma questo è già un altro argomento.


Circa l’autore: Illya Ovchar è una fotografa di moda commerciale ed editoriale con sede a Budapest. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Puoi trovare altri lavori di Ovchar sul suo sito Web e su Instagram.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!