Il sensore della fotocamera JN1 da 50 MP di Samsung ha i pixel più piccoli del settore

Il sensore della fotocamera JN1 da 50 MP di Samsung ha i pixel più piccoli del settore

Samsung ha annunciato che sta iniziando la produzione di massa di ciò che sostiene abbia i pixel più piccoli del settore: pixel da 0,64 μm. Il sensore da 50 megapixel si chiama ISOCELL JN1 ed è dotato di ISOCELL 2.0, Smart-ISO e “Double Super PDAF”.

Pixel più piccoli di solito significano una qualità dell’immagine inferiore e la possibilità di introdurre più rumore, ma Samsung ha scelto specificamente di spingere il JN1 fino a 0,64μm-pixel in modo che potesse essere più piccolo e quindi vedere un uso più diffuso in diverse applicazioni.

In quanto tale, l’azienda afferma che il JN1 è il suo sensore più versatile in quanto è compatibile con i prodotti esistenti da 1/2,8 pollici e può essere utilizzato per fotocamere frontali, ultra-wide o teleobiettivo oltre alle lunghezze focali standard. Fondamentalmente, questo sensore può essere impiegato in qualsiasi formato di acquisizione delle immagini sui moderni smartphone. L’obiettivo qui è consentire agli utenti di scattare selfie da 50 megapixel o foto di gruppo, nonché video 4K frontali ad alta risoluzione con capacità di zoom elevato, ma non limitare i produttori a utilizzare solo questo sensore in questo modo.

Poiché il JN1 utilizza pixel più piccoli ed è, quindi, un sensore complessivamente più piccolo, Samsung afferma che un ulteriore vantaggio del suo design è che ridurrà le dimensioni dei moduli della fotocamera del 10%. Non è una quantità enorme per ridurre un urto della fotocamera, ma in un’epoca in cui generalmente continua a diventare più grande, qualsiasi progresso nella direzione opposta è il benvenuto.

Il JN1 sfrutta diverse tecnologie Samsung che l’azienda ha annunciato nell’ultimo anno, tra cui la sua tecnologia di pixel-binning, ISOCELL 2.0, Smart-ISO e Double Super PDAF.

In condizioni di scarsa illuminazione, il JN1 di Samsung utilizza la tecnologia di binning dei pixel quattro a uno dell’azienda – Tetrapixel – che unisce quattro pixel adiacenti da 0,64 μm in un unico grande pixel da 1,28 μm per quadruplicare la sensibilità alla luce per fotografie più luminose da 12,5 megapixel.

Samsung ha dettagliato la tecnologia ISOCELL 2.0 all’inizio di marzo di quest’anno e spiega che la tecnologia ISOCELL Plus che si trova al suo interno aggiunge una barriera fisica realizzata con un nuovo materiale (in genere questo è stato fatto con metallo) attorno a ciascun pixel che riduce l’incrocio della luce tra loro e che interessano i pixel vicini, il che porta alla capacità di produrre colori migliori.

Smart-ISO è una tecnologia HDR Samsung che consente ai suoi sensori di acquisire contemporaneamente ISO alti e bassi, di cui l’azienda ha discusso in dettaglio qui. Mentre Samsung ha anche sviluppato quello che chiama Dual Pixel Pro che divide i pixel da un angolo all’altro anziché al centro, il JN1 utilizza invece Double Super PDAF, che secondo l’azienda presenta il doppio della densità dei pixel utilizzati per il rilevamento di fase (1/16) rispetto al suo Super Phase Detection (1/32) che presumibilmente consente le stesse prestazioni di messa a fuoco automatica con fino al 60% di luce in meno.

Il JN1 è attualmente in produzione di massa, quindi è possibile che faccia la sua comparsa nei nuovi smartphone già a partire da questo autunno.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!