Il fotoreporter condivide la sua esperienza nel documentare la guerra all’ISIS

Il fotoreporter condivide la sua esperienza nel documentare la guerra all’ISIS

Visualizza questo post su Instagram

L’istinto di Dana, nonostante le situazioni ad alto rischio, gli ha permesso di documentare lo svolgersi della storia anche quando la sua stessa sicurezza era in pericolo. Nell’immagine qui sotto, Dana ha fotografato le comunità evacuate in Siria, dove si è conclusa la più grande operazione contro l’ISIS.

Molti locali evacuati sostenevano ancora l’ISIS ed erano aggressivi nei confronti delle forze che liberavano il territorio, situazione in netto contrasto con i migranti in fuga da altri conflitti che Dana aveva incontrato nella sua carriera, che generalmente cercavano e accettavano volentieri aiuto.

Sebbene sia un osservatore obiettivo che documenta gli eventi, il lavoro di Dana mostra anche rispettosamente un senso di umanità, come si può vedere nell’immagine di un ragazzo in bicicletta, qui sotto. Al termine dell’operazione militare in una città distrutta e piena di macerie, l’attenzione di Dana è stata catturata da un’auto finita in cima a un edificio, potenzialmente a causa di un’esplosione.

Mentre Dana stava catturando questa foto – una situazione che descrive come surreale – inaspettatamente, un ragazzo del posto è emerso ed è passato attraverso la sua bicicletta, un evento normale per qualsiasi altra parte del mondo ma sicuramente un momento sorprendente da trovare in un quartiere così devastato, dove non tutti i civili innocenti hanno scelto o hanno avuto la scelta di fuggire altrove.

Puoi vedere più del lavoro di impatto di Dana durante questo conflitto, e altri, sul suo sito web o sul suo Instagram.


Crediti immagine: Foto dell’intestazione concessa in licenza tramite Depositphotos.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!