Il fotografo si ritrova a riprendere un inseguimento in auto ad alta velocità

Il fotografo si ritrova a riprendere un inseguimento in auto ad alta velocità

La fotografa Rhonda Napoleon del New Mexico si era fermata lunedì al White Sands National Park per scattare alcune immagini di repertorio quando improvvisamente si è trovata a catturare l’intenso dramma della vita reale di un inseguimento in auto ad alta velocità.

Il 55enne Napoleone ha lasciato Las Cruces, New Mexico, lunedì mattina dopo aver trascorso il fine settimana di Pasqua con sua madre. Stava tornando a casa e al suo studio a Cloudcroft, a circa 90 miglia di distanza.

“Mi stavo avvicinando alla pattuglia di confine presso il White Sands National Park, vicino alla base dell’aeronautica militare di Holloman, quando ho deciso di svoltare sull’altro lato dell’autostrada e scattare altre foto d’archivio per la mia collezione e far uscire i miei cani”, racconta Napoleon PetaPixel.

Napoleon combina ritratti e paesaggi per creare arte fantasy, quindi è sempre alla ricerca di quel filmato d’archivio perfetto da inserire nelle sue creazioni.

“Ho scattato alcune foto, ho visto che i cani erano pronti e li ho posizionati sul lato del passeggero”, spiega Napoleon. “Stavo camminando verso il lato del guidatore e avevo appena aperto la portiera quando arriva questa macchina argentata che accelera a pochi centimetri dalla mia portiera. Sono balzato indietro e sono andato sul retro della mia macchina. L’auto è stata seguita da un camion nero. ”

Napoleon si tolse istintivamente il copriobiettivo dal suo obiettivo Canon 18-135 mm e accese la sua Canon 70D DSLR.

“Una volta che la mia adrenalina è entrata, stavo solo scattando foto”, dice il fotografo. “La macchina si è voltata e stava tornando verso di ME!”

“Stavano arrivando delle macchine e ho pensato, ‘Oh merda! Questi veicoli andranno dritti nel traffico in arrivo, “ma hanno saltato la mediana e sono tornati indietro”, dice il fotografo. “Mi sentivo come se fossi un pedone in un videogioco e volevo solo uscire da lì il più velocemente possibile.”

“Ho iniziato a salire in macchina quando la macchina e il camion hanno girato di nuovo, e c’era del fumo di gomma bruciato, quindi mi sono chinato vicino alla mia macchina finché i veicoli non sono passati.”

Più tardi, è stata informata che la berlina argentata era una Dollar Cab che era stata rubata da un hotel vicino. I proprietari del taxi lo hanno seguito con il GPS e hanno iniziato a inseguirlo nel camion nero.

“Il camion ha tagliato la macchina della cabina e il tizio all’interno è sceso dall’auto rubata e ha iniziato a scappare”, ricorda Napoleon. “Il camion ha seguito il ragazzo sulla spalla davanti a me ed è entrato in campo, quindi ho messo la retromarcia e ho indietreggiato a distanza di sicurezza.

“Ho aspettato fino a quando sembrava che andasse bene passare e ho iniziato ad andare, ma poi l’auto del Dollar Cab deve essere stata in folle quando il ragazzo è sceso mentre ha iniziato a rotolare all’indietro, quindi sono corso a entrare nell’altra corsia e lentamente oltrepassò l’uomo e la donna [who were chasing in the truck] ora impugna le pistole [on the alleged thief].

“Potevo sentire l’uomo [with the gun] urlando al ragazzo di rimanere giù o di scendere. Sono tornato sull’autostrada andando ad Alamogordo, diretto alla stazione di pattuglia di confine, e ho visto un’auto della polizia di frontiera e diverse auto della polizia stavano arrivando sul posto.

“Stavo tremando così tanto che quando mi sono fermato alla pattuglia di confine alle 11:25, ho chiamato mia madre e le ho detto cosa era successo. Ho controllato l’ora sul mio telefono. Ho pensato che se fossi stato in grado di dirglielo, avrei dovuto accettare che fosse successo davvero! ”

“La polizia di Alamogordo ha detto di aver ricevuto una chiamata per un taxi rubato da un hotel in città”, ha riferito KOB4. “Hanno inviato un avviso di ‘attenzione’ per una Dodge nera che inseguiva un Dollar Cab rubato diretto a ovest sulla Highway 70. L’inseguimento è durato circa 15 miglia e si è concluso proprio dove si trovava Rhonda.

“L’ufficio dello sceriffo della contea di Otero ha avviato un’indagine e il proprietario della compagnia di taxi in seguito si è identificato con Rhonda come la donna nelle sue foto.”

Ecco un rapporto di notizie locali sull’incidente di KOB4:

A volte si può preparare la fotografia di notizie, ma altre volte si tratta solo di trovarsi nel posto giusto al momento giusto.


Crediti immagine: Tutte le foto sono state gentilmente concesse da Rhonda Napoleon e utilizzate con autorizzazione.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!