Il fotografo scopre una pellicola non sviluppata all’interno della fotocamera Kodak degli anni ’20

Il fotografo scopre una pellicola non sviluppata all’interno della fotocamera Kodak degli anni ’20

Il fotografo Mychal Watts si è recentemente imbattuto in una vecchia fotocamera Kodak Serie II degli anni ’20 in un piccolo negozio a New York. Innamorato del pezzo di storia, lo comprò dopo aver scoperto che conteneva ancora un rotolo non sviluppato di pellicola in formato 120 all’interno.

Watts, che è un fotografo professionista con sede a New York City, racconta PetaPixel che stava tornando a casa dopo aver fotografato una protesta quando è incappato in un piccolo negozio vicino a Bryant Park.

“Passando davanti a questo negozio, in mostra c’erano queste classiche fotocamere a soffietto”, dice. Incapace di contenere la sua curiosità, entrò per controllarli. “Ho preso questa telecamera per esaminarla. Era una fotocamera tascabile Kodak serie II del 1923 con soffietto “.

Dopo un attento esame, Watts ha notato che la parte posteriore era bloccata chiusa a causa dell’età e ha dovuto lavorarla con un po ‘di sforzo per aprirla. Quando finalmente cedette, si aprì per rivelare un rotolo di pellicola in formato 120, che si appannò immediatamente perché lo aveva inavvertitamente esposto alla luce. Lo ha spento non appena ha notato il film e ha acquistato rapidamente la fotocamera per $ 99.

Mostrato accanto a una DSLR Canon 1DX per la scala.

Poi lo portò a casa, entusiasta di dare un’occhiata alle vecchie esposizioni.

“Essendo un esperto tecnico del laboratorio fotografico dei miei giorni in cui mi guadagnavo da vivere lavorando in camera oscura, ho capito che lo sviluppo doveva compensare l’età del film e la nebbia che si apriva sul retro”, dice. “Dovrebbe essere elaborato in modo push per compensare una grave perdita rispetto all’invecchiamento e alla nebbia.”

Watts ha fornito queste informazioni al suo laboratorio cinematografico scelto e ha fatto elaborare il film di conseguenza. Dice che i suoi istinti erano corretti.

“L’ho colpito proprio sulla testa e ho ottenuto un bel negativo nonostante un po ‘di nebbia leggera”, dice.

Watts ha scoperto che c’erano solo due immagini sul rullino, che era estatico nel vedere che non erano state influenzate troppo dall’esposizione involontaria alla luce nel negozio. Le immagini ritraggono un uomo e un ragazzo in quella che sembra essere una giornata calda, mentre i due si trovano in una piscina gonfiabile in un cortile.

Watts crede che il film potrebbe risalire a 70 o 80 anni, anche se non c’è modo di dirlo con certezza. Mentre la fotocamera – che è una Pocket Kodak n. 1 Serie II – è stata prodotta tra il 1922 e il 1931 secondo Camerapedia, l’età del film è molto più difficile da determinare. Un’altra indicazione dell’età è l’esistenza della piscina gonfiabile nelle immagini. Mentre le piscine per bambini portatili risalgono a migliaia di anni fa, il tipo gonfiabile è stato lanciato per la prima volta negli Stati Uniti negli anni ’40. Con questo in mente, queste immagini potrebbero risalire fino a 80 anni come stima Watts.

“Spero che qualcuno vedrà queste immagini e sarà in grado di riconoscere le persone”, dice Watts.


Crediti immagine: Foto di Mychal Watts e utilizzate con autorizzazione.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!