Il fondatore di Polaroid Edwin Land aveva previsto la fotocamera per smartphone nel 1970

Il fondatore di Polaroid Edwin Land aveva previsto la fotocamera per smartphone nel 1970

Il fondatore di Polaroid Edwin Land era un titano tecnologico visionario del suo tempo e, come è comune con gli imprenditori pionieri, Land aveva una lungimiranza insolita su dove fosse diretta la tecnologia. Ecco un bel video del 1970 in cui Land prevede accuratamente la prossima era delle fotocamere per smartphone nelle tasche di tutti.

Il film è stato girato per l’assemblea degli azionisti della Polaroid nel 1970 e mostra Land che fa un giro della sede della società (in elicottero) e delle fabbriche (a piedi).

Mentre Land attraversa una fabbrica in costruzione, parla della storia della sua azienda e di dove stava andando (il lancio dell’iconica fotocamera reflex a obiettivo singolo pieghevole SX-70.

Durante il monologo, che inizia alle 10:45 nel video, Land condivide la sua visione del futuro della fotografia e le sue previsioni erano incredibilmente accurate (enfasi nostra):

[W]dobbiamo tornare al 1944, al primissimo concetto di un tipo di fotografia che diventasse parte dell’essere umano, un complemento della tua memoria, qualcosa che era sempre con te in modo che quando guardavi qualcosa, in effetti potevi premere un pulsante e averne una registrazione – nella sua accuratezza, nella sua complessità, nella sua bellezza, l’hanno per sempre. Ora quel tipo di fotocamera implicava un’intera famiglia di tecnologie che non esistevano nel 1944. Ovviamente, il punto di partenza era nell’immagine stessa.

Il primo ambito in cui abbiamo svolto il nostro lavoro è stato quello di creare l’immagine istantanea stessa senza liquidi. Le telecamere erano grandi, come ricordi, ma accettabili. Erano grandi macchine per uno scopo grandioso. Erano molto lontani il sogno di cui parlavo allora di poter tirare fuori un portafoglio dalla tasca e magari aprire il portafoglio premere un bottone chiudere il portafoglio e avere la foto.

Nel 1944, si sarebbe pensato che una fotocamera che funzionasse, ma il pacchetto a colori per farlo, sarebbe costata, se possibile, forse un centinaio di dollari. Eppure è chiaro che per quanto siamo arrivati ​​e per quanto tale risultato sembri essere notevole, siamo ancora molto lontani dal concetto dalla realizzazione del concetto di una fotocamera che sarebbe, oh, come il telefono – qualcosa che usi tutto il giorno, ogni volta che si presenta l’occasione in cui vuoi assicurarti di non poter fidarti della tua memoria o quando vuoi registrare qualsiasi oggetto di grande interesse per te o qualsiasi bella scena. Una macchina fotografica che useresti non solo in occasione di feste o solo viaggi o quando i tuoi nipoti vengono a trovarti, ma una macchina fotografica che useresti tutte le volte che la tua matita o i tuoi occhiali.

Il fondatore di Polaroid Edwin Land mostra come pensava che sarebbe stato l’uso delle fotocamere del futuro.

Fu nel 1944 che Jennifer, la figlia di 3 anni, chiese al padre di 35 anni se poteva vedere la foto delle vacanze di famiglia che suo padre aveva appena catturato. La tecnologia per vedere immediatamente una foto scattata non esisteva ancora, quindi è stata inventata da Edwin Land.

“Ho potuto vedere quale dovrebbe essere la fotocamera Polaroid. Per me era reale come se fosse seduto di fronte a me, prima che ne avessi mai costruito uno ”, ha detto una volta Land. “La ricerca di mercato è ciò che fai quando il tuo prodotto non è buono.”

Land era un tale visionario che Steve Jobs lo idolatrava e ha modellato la sua carriera sul modello di Lands.



Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!