Il documentario racconta la storia dell’ultimo laboratorio di stampa cinematografica di Chicago Chicago

Il documentario racconta la storia dell’ultimo laboratorio di stampa cinematografica di Chicago Chicago

Un breve documentario cinematografico di 11 minuti intitolato “The Light Within a Hundred Square Feet” racconta la storia di Oson Chin – l’ultimo stampatore di pellicole rimasto a Chicago – e la sua eredità di entusiasmo e conoscenza della fotografia analogica.

Situato in North Des Plaines Street a Chicago, a breve distanza in auto dal centro della città, CSW Film Systems è un laboratorio di fotografia cinematografica che accoglie fotografi di ogni ceto sociale ed esperienza.

“Che tu sia uno studente di fotografia del primo anno o un fotografo veterano con decenni di esperienza, non troverai altro che la migliore qualità di elaborazione e stampa, combinata con un servizio che va al di là di tutto ciò che ritenevi possibile”, Chin, che sviluppa e elabora quotidianamente film per i suoi clienti, descrive.

Quando gli è stato chiesto perché Chin stia ancora portando avanti questa attività, la sua risposta spiega la sua dedizione per tutta la vita nel trascorrere le sue giornate lavorando con prodotti chimici per dare vita alle fotografie.

“È perché è l’unica cosa che so”, dice nel documentario.

Sebbene il laboratorio di stampa abbia vissuto i suoi alti e bassi finanziari – questo tipo di attività è pesantemente influenzato da qualsiasi tumulto sperimentato nel settore e nell’economia generale, come la perdita di posti di lavoro o gravi crisi finanziarie – il laboratorio sta ancora andando forte dopo anni di servizio suoi fedeli clienti.

Lo stesso Chin si rifiuta di rivolgersi alla fotografia digitale e la sua dedizione al cinema ha dato i suoi frutti. Molti laboratori di stampa sono ora in competizione per gli stessi clienti digitali, mentre il laboratorio di stampa di Chin può dire con orgoglio che è l’unico del suo genere rimasto nell’area.

La longevità dell’azienda è impressionante non solo perché è riuscita a sopravvivere a decenni di concorrenza, ma anche perché il suo proprietario e sviluppatore di pellicole è daltonico e incapace di vedere determinate tonalità. In qualche modo miracolosamente, questo handicap non ostacola ancora il suo lavoro di una vita. Quando Chin entra nella sua camera oscura, dice che perde il senso del tempo, ma c’è solo così tanto tempo che un imprenditore può perdere prima di ricordarsi che ha bisogno di uscire, servire i clienti e fare soldi.

Ha servito migliaia di clienti e nel documentario, uno di loro – Sandro Miller, un espressivo fotografo americano – condivide la sua esperienza personale di incontrare Chin 25 anni fa e l’esperienza che ha avuto producendo migliaia di fotografie su pellicola con lui in quel periodo. Miller ripensa con affetto al suo tempo lavorando con il laboratorio di stampa perché Chin lo ha aiutato a produrre bellissime stampe nel corso degli anni, oltre a garantire che Miller fosse in grado di rispettare le scadenze del suo lavoro commerciale ed editoriale con centinaia di stampe in attesa di essere sviluppate.

Osservando il declino della tendenza della fotografia su pellicola nel corso degli anni, Chin ha notato un forte senso di rinascita poiché sempre più persone si rivolgono alla fotografia su pellicola. Crede che questo tipo di fotografia non scomparirà poiché sempre più persone realizzeranno la gioia di scattare con la pellicola. Nonostante i suoi amici siano in pensione, non è ancora pronto a lasciare del tutto il suo lavoro e vuole continuare a godersi la sua passione il più a lungo possibile, aiutato dall’energia che i giovani fotografi gli danno quando gli portano la loro pellicola.

Il lavoro dei clienti di CSW Print Lab può essere trovato sulla pagina Instagram del laboratorio e ulteriori informazioni sugli orari di apertura possono essere trovate sulla sua pagina Facebook.

Al momento della pubblicazione, CSW Print Lab aveva recentemente pubblicato che sarebbe stato chiuso per un periodo di tempo non specificato per motivi che non sono stati divulgati, ma Chin indica che ha intenzione di riaprire il laboratorio in futuro in risposta all’annuncio .



Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!