Drone Hubsan Zino Mini SE: più autonomia del PRO, ma senza sensori per gli ostacoli

Drone Hubsan Zino Mini SE: più autonomia del PRO, ma senza sensori per gli ostacoli

A sorpresa sul sito Hubsan è comparsa una nuova versione dello Zino Mini, si tratta dello Zino Mini SE, un modello che già nel nome dichiara subito la sua intenzione di fare concorrenza precisa al DJI MINI SE.

Sorprendente come Hubsan scelga di mettere altra carne al fuoco senza essere ancora riuscito a servire ai tavoli dei clienti lo Zino Mini PRO, che tra giustificazioni curiose e rassicurazioni ottimistiche versa in super ritardo nelle consegne, ma che speriamo entro qualche giorno  – come annunciato di recente dal produttore – possa finalmente arrivare nelle mani di chi lo ha ordinato mesi fa (leggi anche Hubsan Zino Mini Pro: dove sei finito?).

Caratteristiche Hubsan Zino Mini SE

Come è facile immaginare si tratta di una versione light meno performante dello Zino Mini PRO, ma che, senza per questo sforare il tetto dei 250 grammi di peso e mantenendo le stesse dimensioni, riserva anche delle interessanti sorprese in alcuni comparti.

Più durata di volo, ma senza sensori

Quello dalla batteria, ad esempio, visto che lo Zino Mini SE monta una batteria agli ioni di litio da 3000 mAh che sfiora i 100 grammi di peso e che porta l’autonomia dichiarata a ben 45 minuti (misurati volando a 6m/s in condizioni di vento assente) e in generale 43 minuti in hovering.

Un tempo davvero sorprendente, visto che è persino superiore a quello di 40 minuti offerto dalla batteria da 2400 mAh del PRO. Com’è possibile? Semplicemente lo Zino Mini SE non ha i sensori per l’evitamento degli ostacoli, così c’era più margine di peso per la batteria.

Mini SE vs Mini PRO

E sono molte altre le inevitabili differenze in negativo rispetto al PRO, perché l’Hubsan Zino Mini SE.

  • Il sensore del comparto camera è molto più piccolo, parliamo di un sensore CMOS da 1/2,6” contro un CMOS da 1/1,3″, per una risoluzione di 12 mpx contro i 48 mpx del PRO: non proprio una bazzecola.
  • Il FOV (Field of View, Angolo di campo) è da 84° contro gli 80° del PRO.
  • Sistema radio meno potente, visto che lo Zino Mini SE usa il “vecchio” SyncLeas 2.0, che rispetto alla nuova versione 3.0 presente sul PRO permette una distanza massima raggiungibile di 6km (parliamo di frequenze americane) invece di 10km, un bitrate del video di ritorno che arriva al massimo a 2Mbps contro i  20 Mbps del PRO.
  • Del resto, anche il bitrate di registrazione video è inferiore rispetto alla versione PRO, parliamo di 64-100 Mbps invece di 100-200 Mps.
  • Un’ulteriore differenza consiste nell’assenza di memoria interna, ma in ottica salvataggio dati lo Zino Mini SE mantiene almeno lo slot per la card Micro SD.

Per tutte le funzioni e le altre caratteristiche, che sono identiche o molto simili al fratello maggiore, vi rimandiamo direttamente al post dello Zino Mini PRO.

Prezzo

A guardare sul sito ufficiale, abbiamo trovato il valore di riferimento di 370,91 euro, relativo al drone nella versione più basic possibile e quindi con una sola batteria.

Lo Zino Mini PRO, nelle stesse condizioni (e specificano la memoria interna minima, ossia 64GB) costa invece 510,44 euro. Ovviamente gli stessi droni possono essere acquistati anche su altri store cinesi come ad esempio Banggood.

Fidarsi è bene…

Alla luce del ritardo ad oltranza nelle consegne dello Zino Mini PRO, non è solo lecito ma è anche un comportamento assennato quello di domandarsi se davvero vale la pena correre il rischio.

Il drone c’è, probabilmente è esattamente così come viene descritto, ma:

  • Se lo ordiniamo oggi quando arriverà?
  • Lo avremo in tempo per usarlo durante le nostre vacanze nei prossimi due mesi?
  • Oppure seguirà le orme del fratello, che già ha deluso e indispettito molti acquirenti, arrivando quando magari invece potremmo investire quella cifra in un altro modello?
  • Riuscirà Hubsan a recuperare con questo nuovo drone un po’ della fiducia che ha gettato al vento con la gestione delle vendite del precedente modello?

Il proverbio che ci viene in aiuto in questo caso, e che vale sia per l’azienda cinese che per i suoi clienti, è “Errare è umano, ma perseverare è diabolico“.

92 visite



z
Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine