DJI AIR 2S, strani errori con il database FlySafe, in alcuni casi non esegue i MasterShots

DJI AIR 2S, strani errori con il database FlySafe, in alcuni casi non esegue i MasterShots

Presentato al grande pubblico di appassionati e professionisti che usano i droni di casa DJI il nuovo Air 2S con un sensore da 1 pollice promette grandi risultati video fotografici.
Non è ancora un drone paragonabile alla fascia alta del produttore asiatico, ma certamente un ottimo ponte tra il mercato consumer e pro.

Tuttavia durante l’uso in queste settimane abbiamo notato alcuni piccoli malfunzionamenti che potrebbero essere imputati all’esemplare in nostro possesso oppure potrebbero essere bachi software risolvibili con un aggiornamento del firmware.

MasterShots non eseguibili quando compare il messaggio “Zona di Quota 0 M”

Il primo è più fastidioso inconveniente che abbiamo riscontrato è relativo alla mancata esecuzione della funzione automatica del MasterShot. In poche parole una volta inquadrato un soggetto, si avvia sulla applicazione DJI Fly la modalità di volo semi automatica MasterShot e il drone esegue una serie di riprese dinamiche da più punti di vista combinando i vari QuickShot eseguibili singolarmente.

L’effetto finale è molto gradevole a giudicare i video ottenuti dagli altri youtuber, anche se un professionista videomaker preferirà certamente svolgere tali manovre in modo manuale.
Ebbene incuriositi dal fatto che non siamo riusciti a far partire la modalità sopra indicata, ci siamo concentrati sulla comparsa di una scritta bianca nell’angolo superiore sinistro della applicazione che recita “Zona di Quota 0M”.
Durante le prime prove abbiamo riscontrato di essere in una zona delimitata dal database FlySafe di DJI che segnalava di essere dentro un Airspace Class D.
Volendo semplificare, come una zona di colore giallo, mostrata sulla mappa di D-flight. Il volo è quindi legalmente permesso ma ad un altezza massima di 45 metri.

Che non ci fosse un perfetto allineamento tra la cartografia DJI e quella di D-Flight.it lo sapevamo già, anche se in un prossimo futuro probabilmente il leader asiatico dovrà adeguarsi.
In verità al drone non viene impedito il decollo e nemmeno viene bloccato il raggiungimento di una certa altezza, ma semplicemente non esegue i MasterShot, mentre i QuickShot vengono realizzati tranquillamente.
Il che è davvero strano dato che la modalità MasterShot come già detto incorpora i QuickShot. Quindi non dovrebbero essere ammessi nemmeno quelli.

Nel video mostrato in testa all’articolo e pubblicato sul nostro canale Youtube, sul quale peraltro vi invitiamo ad iscrivervi e a cliccare sulla campanella per non perdere tutti gli aggiornamenti, mostriamo come in effetti la dicitura “Zona di Quota 0M”. scompaia appena si supera il limite virtuale stabilito dalla cartografia sul database DJI FlySafe.
Durante il balletto, avanti e indietro su tale linea di confine si evidenzia in materia chiara come compaia e scompaia la dicitura In Volo che significa tutto ok.

Questo baco software o malfunzionamento niente di grave per fortuna, è stato da noi scoperto quasi subito e confermato da tantissimi utenti e piloti che ci hanno riportato la loro esperienza.
Per alcuni il divieto di effettuare i MasterShots è presente anche se il drone non si trova fisicamente all’interno di una zona designata dal database DJI.
Altri invece dopo uno scambio di email con l’assistenza hanno rispedito il proprio drone DJI AIR 2S in Olanda per un controllo.

Alcuni freeze o ritardi di ricezione del flusso video non desiderati

Il secondo fastidio che ci capita spesso e in diverse zone di volo, è quello di notare un fermo immagine o un freeze del flusso video, quasi sempre corrispondente a uno scarso segnale di controllo tra il drone e il radiocomando.
Non abbiamo svolto una prova scientifica, ma abbiamo riscontrato, mettendo alle strette il segnale radio che in effetti questi blocchi dell’immagine, non sono dovuti al tipo di smartphone utilizzato, senza applicazioni pesanti attive in background. Con processori di ultima generazione, spazio e memoria liberi.
Si tratta proprio di una concomitanza molto rapida e spesso recuperata senza fare alcunché dal nostro lato.
Non si tratta di una debolezza del segnale radio o del posizionamento delle antenne, ma di qualcosa di altro che non siamo riusciti ad identificare.
Su questo punto, probabilmente sarà un difetto del drone in nostro possesso, non avendo ricevuto moltissime conferme da parte di altri utilizzatori del DJI AIR 2S.

Certi che si tratti di un piccoli malfunzionamenti che verranno presto (speriamo) risolti dal team di ingegneri del produttore, non ci resta che augurarvi buoni voli.
Consigliamo anche la visualizzazione della nostra Recensione sul drone DJI AIR 2S e qui di seguito vi lasciamo alcuni link per procedere all’acquisto se interessati.



Iscriviti nel Gruppo Telegram Droni per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!

Fonte DroneZine