Cosa definisce una foto “interessante” e come se ne crea una?

Cosa definisce una foto “interessante” e come se ne crea una?

Perché creiamo foto? Bene, per una serie di motivi, ma l’unico motivo che li collega tutti è che sentiamo di aver creato qualcosa che vogliamo condividere e riteniamo che meriti tempo e attenzione. Quindi, come possiamo creare foto che siano degne del tempo e dell’attenzione di un altro?

Quando condividiamo le foto, lo spettatore avrà una reazione alla foto e gran parte di quella reazione è personale ed emotiva. Questo di solito si basa sulle loro esperienze di vita uniche. Questa risposta emotiva alle foto è difficile da quantificare e valutare: è solo è. Di solito, quando si discute di valutare o criticare le foto, la discussione ruota attorno alle componenti più tecniche che possono essere osservate oggettivamente, come messa a fuoco e nitidezza, esposizione corretta per la luce disponibile e composizione che enfatizza il soggetto e riduce al minimo le distrazioni.

Vorrei condividere un quadro per la creazione e la critica delle foto che credo consenta una discussione sia delle componenti tecniche (oggettive) che emotive (soggettive) di una foto.

Il quadro ruota attorno alla frase “foto interessanti”. In un’epoca in cui ogni giorno vengono create e condivise centinaia di milioni di foto, come possiamo attirare l’attenzione sulle foto che creiamo? La risposta è creare “foto interessanti”, vale a dire immagini che “attirino l’attenzione”. Per attirare l’attenzione è necessario mostrare qualcosa di unico, raro o diverso.

Gli elementi fotografici che utilizziamo per attirare l’attenzione sono il soggetto, la luce, la composizione e l’elaborazione. Un modo per creare interesse e mantenere l’attenzione è condividere una foto con lo spettatore in cui quegli elementi in totale sono unici, rari o diversi.

Usando una metafora matematica per rappresentare questo, assomiglia a questo:

Che dire della situazione relativamente comune in cui uno o più elementi non sono molto interessanti? Quindi, gli elementi rimanenti dovranno avere extra interesse per compensare il disinteresse per l’altro/i elemento/i al fine di creare una foto che sia, nel complesso, interessante.

Pensare di creare foto valutando il livello di interesse portato da ciascuno di questi quattro elementi mi ha aiutato a capire meglio perché alcune foto “funzionano” e altre no.

Non possiamo sempre trovarci di fronte a soggetti straordinariamente interessanti con una luce stimolante, ma possiamo sempre lavorare con la composizione, dove abbiamo il massimo controllo. La posizione in cui posizioniamo la fotocamera e il modo in cui disponiamo gli elementi nella cornice digitale ci consente di cercare potenziali modi per creare foto interessanti di ciò che è davanti alle nostre fotocamere in una data luce, senza la necessità di affidarci troppo alla magia del software per creare interesse.

Capire che non devi viaggiare in luoghi esotici, aspettare l’alba o il tramonto quando la luce è perfetta o avere le soluzioni di viraggio perfette nel software apre la possibilità di creare foto ovunque tu sia in qualsiasi momento utilizzando composizioni interessanti.

Appoggiarsi all’utilizzo di composizioni interessanti e uniche consentirà di creare foto interessanti con soggetti ordinari in una luce normale.

Avvicinarsi. Poi, anche un po’ più vicino. Esplora i dettagli e le trame dei tuoi soggetti o cerca motivi astratti in luce e ombra. Metti la fotocamera in una posizione unica rispetto al soggetto. Scendi più in basso. Vai sopra. Usa la regola dei terzi per allineare gli elementi nella cornice in un modo che in qualche modo graffia un prurito nel nostro cervello.

Man mano che ti eserciti a utilizzare questo framework durante la composizione delle foto, diventerà una seconda natura valutare la quantità di “interessante” che ogni elemento costitutivo contiene e quindi prendere le tue decisioni di composizione in base a tale valutazione. Spero che questo framework ti sia utile per creare e criticare le tue foto. I migliori auguri per il viaggio verso foto più interessanti!


Circa l’autore: Michael Sladek insegna fotografia digitale all’Highline College vicino a Seattle, Washington. Gli piacciono le battute di papà, le ciambelle e aiuta gli altri a scoprire il divertimento di creare foto che amano. Rimani in contatto con Michael sul suo sito web, canale YouTube e Instagram.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!