Com’è pilotare un drone vicino a un vulcano… e poi schiantarlo

Com’è pilotare un drone vicino a un vulcano… e poi schiantarlo

Se hai guardato le notizie o eri connesso a Internet la prima settimana di giugno, è probabile che tu abbia visto un video di un drone che si schianta contro un vulcano in eruzione. Beh, quel drone era mio ed è stato completamente disintegrato. Nel mio ultimo video, condivido com’è far volare un drone intorno a un vulcano e cosa devi cercare.

Prima di tutto, come colleghi nerd della fotocamera, togliamo di mezzo la questione dell’attrezzatura: in questo viaggio al vulcano, sono uscito sia con il DJI Mavic 2 Pro che con la mia ultima acquisizione: il drone DJI FPV. Il motivo per cui ho deciso di prendere entrambi i droni è che hanno scopi molto diversi per noi registi.

Il Mavic 2 Pro con il suo sensore da un pollice, l’apertura variabile e le caratteristiche di volo incredibilmente stabili mi ha permesso di filmare panoramiche e inclinazioni lente anche in condizioni di scarsa illuminazione. Il DJI FPV, d’altra parte, ha una fotocamera di gran lunga inferiore, ma la sua manovrabilità gli conferisce non solo un’esperienza di volo unica, ma anche un aspetto che solo i droni FPV possono fornire. Dopo un po’ di magia di valutazione in post-produzione, puoi ancora ottenere alcune immagini decenti. Ho anche scattato a terra con una RED Komodo e una Canon R6.

Indipendentemente dal drone con cui stai volando, ci sono alcune cose che devi tenere a mente quando voli un drone intorno a un vulcano attivo.

Prima di tutto: turbolenza. Quando un vulcano erutta, vengono emessi gas caldi e l’aria sopra il flusso di lava viene riscaldata a temperature estremamente elevate. Questa aria calda mista a venti atlantici più freddi comuni in Islanda può causare turbolenze significative che è quasi impossibile prevedere. Ciò include sacche d’aria di aria meno densa in cui il tuo drone potrebbe cadere improvvisamente o correnti ascensionali che lo spingono semplicemente in giro.

Queste correnti termiche sono particolarmente sentite quando si pilotano droni FPV in modalità manuale, senza alcun supporto o stabilizzazione GPS. Se non presti attenzione per un attimo potrebbe benissimo essere l’ultimo volo… come è stato nel mio caso. Per una descrizione più dettagliata dell’arresto anomalo stesso, passa a 4:19 nel video sopra.

Se padroneggi i venti, un altro fenomeno unico di alcune eruzioni vulcaniche può colpire te… e il tuo drone: la pioggia di rocce. Mentre parte della lava si mescola con l’aria durante l’eruzione, si formano rocce molto leggere che vengono catapultate in aria e trasportate a centinaia di metri dal cratere. A seconda delle dimensioni, questi potrebbero non distruggere il drone stesso ma potrebbero danneggiare le eliche o l’obiettivo della fotocamera.

Infine, il tempismo è tutto. Per i migliori risultati, dovrai combinare le condizioni meteorologiche (l’Islanda ha dei venti pazzeschi anche senza le correnti ascensionali vulcaniche), la giusta luce solare (l’ora dorata e quella blu funzionano meglio, ovviamente) o l’eruzione vulcanica stessa. Mi sono dato quattro giorni per catturare questo vulcano – che eruttava come un geyser ogni sette o dieci minuti – per assicurarmi di poterlo filmare in varie condizioni e da diverse angolazioni. Ci sono state sicuramente molte volte in cui non ho potuto pilotare i droni a causa dei venti estremi, ed è allora che mi sono concentrato sulla cattura di questo spettacolo con il mio Komodo RED.

Durante il mio viaggio, ho girato una quantità impressionante di filmati, molti dei quali pubblicherò sul mio canale nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.


Circa l’autore: Joey Helms è un direttore creativo e regista video con sede a Chicago, noto per aver fatto schiantare un drone contro un vulcano in eruzione. Il suo lavoro si concentra sullo stile del documentario mentre racconta storie da tutto il mondo. Gestisce un canale YouTube di semi-successo in cui condivide il suo lavoro e i tutorial per coloro che vogliono fare il passo successivo nel loro viaggio cinematografico e utilizzare l’attrezzatura cinematografica.



Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!