Apple ritarda la produzione di alcuni modelli di MacBook e iPad: Report

Apple ritarda la produzione di alcuni modelli di MacBook e iPad: Report

La carenza globale di chip di silicio sembra aver finalmente raggiunto Apple, poiché un nuovo rapporto afferma che ha ritardato la produzione di alcuni modelli di MacBook e iPad. Sebbene non influisca sulla disponibilità attuale del prodotto, il ritardo è un segnale preoccupante che potrebbe cambiare.

Secondo Nikkei Asia e riecheggiato da Engadget, i problemi della catena di fornitura che hanno colpito tutti, dai produttori di GPU ai produttori di automobili, stanno finalmente raggiungendo Apple. I problemi stanno interessando la produzione di MacBook in una fase di produzione chiave in cui i componenti sono montati su un circuito stampato, mentre la produzione di iPad è stata respinta a causa della carenza di display e componenti del display.

Per adesso, Nikkei riferisce che queste carenze non hanno un effetto diretto sull’attuale fornitura di prodotti Apple, quindi i consumatori non dovrebbero notare questo problema quando si tratta di poter acquistare nuovi dispositivi … per ora. Ma è quasi certo che questo problema alla fine diventerà un problema, poiché è stato riferito che Apple ha già spostato la tempistica di produzione per i nuovi prodotti dalla prima metà di quest’anno alla seconda metà in previsione di una carenza di parti.

Apple ha una notevole influenza quando si tratta di ordinare e procurare parti, quindi vedere che la carenza globale di silicio ha finalmente iniziato a influenzare il gigante dell’elettronica di consumo è preoccupante.

La carenza di silicio era destinata a colpire Apple a un certo punto, poiché ha già influenzato notevolmente la disponibilità di componenti informatici per PC e console per videogiochi, rendendo quindi estremamente difficile per le persone acquistarli. La maggior parte delle volte questo viene attribuito agli scalper e al mining di criptovalute e, sebbene questi due fattori ne facciano parte, Linus Tech Tips spiega nel video sopra che in realtà non è il motivo principale per cui ottenere queste parti è così difficile.

Guardando in particolare alle automobili, molti produttori si aspettavano che la pandemia di coronavirus rallentasse seriamente la velocità con cui i consumatori le acquistavano e aggiustando le tempistiche e i programmi di produzione in anticipo. E mentre inizialmente è stato così, la seconda metà dello scorso anno ha visto la svolta in grande stile. Quando le persone si sono rese conto che non volevano viaggiare in massa con una malattia altamente contagiosa a piede libero, “la domanda è tornata ruggente”, come dice Linus.

In aggiunta a ciò, le schede grafiche di nuova generazione hanno finalmente dato ai consumatori un motivo per eseguire l’aggiornamento proprio nello stesso momento in cui Sony e Microsoft hanno rilasciato nuove console di gioco, facendo salire la domanda alle stelle poiché le persone trascorrevano più tempo a casa. Ma non finisce qui: poiché sempre più persone hanno iniziato a lavorare da casa, la domanda per i tipi di prodotti necessari per farlo in modo efficace è passata attraverso il soffitto.

Quando le aziende producono elettronica moderna, non lo fanno per capriccio. Tutto è pianificato con largo anticipo e le fabbriche che producono i pezzi necessari per far funzionare l’elettronica hanno una quantità fissa che possono produrre in un dato periodo di tempo. Secondo Linus, quell’output è già al massimo della capacità. Il problema è che la domanda è semplicemente troppo alta per essere compensata.

Quindi, sebbene sia possibile indicare una o due cose che hanno causato questa carenza di offerta, in realtà è la combinazione di tutti questi fattori che ha portato a una differenza drammatica tra domanda e offerta. Si spera che Apple sia in grado di aggirare questi problemi, ma a un certo punto la limitazione fisica delle parti elettroniche disponibili è solo qualcosa che non puoi aggirare, non importa quanto grande sia la tua azienda. Con i nuovi iMac e Macbook Pro attesi quest’anno, un ritardo dovuto alla carenza metterebbe un freno alle enormi aspettative che i consumatori ora hanno grazie al successo sfrenato dei MacBook M1 di Apple.


Crediti immagine: Foto dell’intestazione concessa in licenza tramite Depositphotos.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!