5 errori di base da evitare durante la post-elaborazione dei paesaggi

5 errori di base da evitare durante la post-elaborazione dei paesaggi

Mentre la fotografia di paesaggio riguarda molto la composizione e le pratiche sul posto, non si può mai ignorare l’importanza della post-elaborazione (o modifica) delle immagini. Una domanda che mi viene sempre posta è: “Perché è necessaria la modifica?”

Beh, non sarai quasi mai in grado di catturare un’immagine di paesaggio esattamente come la vedi ad occhio nudo quando sei sul campo. Ci sono alcune limitazioni che i gadget elettronici hanno che non possono essere superate proprio in questo modo. La post-elaborazione nel caso dei paesaggi è una necessità.

Ci sono punti in cui i fotografi paesaggisti principianti commettono errori durante la modifica delle loro foto di paesaggi. Ho compilato 5 errori di modifica di base qui. Non sono in alcun ordine di importanza poiché tutti questi punti sono ugualmente significativi e devono essere tenuti a mente per la post-elaborazione.

1. Orizzonti storti

Ti imbatterai quasi sempre in orizzonti se fotografi paesaggi, non è vero? Li troverai a differenziare il primo piano dal piano medio, o il piano medio dallo sfondo, o in riflessi come questo. Ebbene, se l’orizzonte è inclinato o storto, lo spettatore lo troverà estremamente sgradevole agli occhi. Va sempre tenuto presente che l’orizzonte non deve essere inclinato, qualunque sia il caso. Assicurati di raddrizzare la tua foto durante la post-elaborazione.

Passaggi di correzione

  1. Nello strumento Ritaglia, troverai l’opzione raddrizza (sia in Lightroom / Camera Raw che in Photoshop).
  2. Fare clic su di esso e trascinare attraverso l’orizzonte nella foto. Lo raddrizzerà.
  3. Se non sei interessato ai bordi, puoi ritagliarlo (che è anche l’opzione predefinita). Se i bordi sono interessanti, puoi espandere la dimensione della tela trascinando i punti finali e riempiendo i bordi vuoti.

2. Macchie di polvere

Si tratta di macchie causate da particelle di polvere nell’atmosfera sulle lenti e sui filtri. Questo accade principalmente quando non stai attento (lol) mentre pulisci gli ingranaggi della fotocamera, come me in questo caso. Avevo un sacco di macchie sul mio filtro che non avevo notato all’inizio. Mi è venuto in mente solo durante la fase di post-elaborazione. In genere puoi trovarli facilmente sulle tue immagini una volta che li vedi nelle schermate dei bug, ma il modo migliore per rilevarli è il dispositivo di scorrimento “Elimina foschia” in Camera Raw o Lightroom. Alzalo fino a +100 e tutti i punti verranno fuori facilmente. Un altro modo è andare su “Nitidezza”, tenere premuto il tasto Alt e aumentare il cursore di mascheramento: i punti appariranno bianchi su sfondi neri.

Passaggi di correzione

Puoi farlo in Camera Raw o Lightroom, ma ti consiglio di usare Photoshop.

  1. In Photoshop, crea un nuovo livello vuoto (Ctrl + Maiusc + Alt + N).
  2. Seleziona lo strumento Guarigione regolare (J).
  3. Assicurati di selezionare la dimensione del campione (sulla barra in alto) come “Corrente e sotto”.
  4. Premi Alt e scegli un’area o un punto con cui desideri clonare il tuo punto.
  5. Dipingi o tampona le macchie e spariranno.

Assicurati di non trascinare tra due punti perché ciò creerà alcuni segni non necessari.

3. Bordi / aloni bianchi

Questi vengono creati principalmente se la modifica è andata male da qualche parte. Per lo più, aumentando i cursori di chiarezza / trama / nitidezza si creano questi bordi bianchi. Sembrano molto artificiali e portano via tutto l’aspetto naturale dall’immagine. È necessario assicurarsi che vengano rimossi all’inizio e inoltre, è necessario assicurarsi che non vengano in esistenza in primo luogo.

Passaggi di correzione

Bene, ci sono tantissimi modi per correggere questi bordi bianchi. Farli in Camera Raw o Lightroom non è quasi possibile. In Photoshop, Luminosity Masks è una di queste, la gamma di colori è un’altra, ma la mia preferita è:

  1. Crea una copia del livello (Ctrl + J), per assicurarti di avere il livello originale con noi.
  2. Seleziona Strumento timbro clone (S).
  3. Cambia la modalità di fusione dello strumento (barra in alto) e non il livello in Scurisci.
  4. Esegui semplicemente la normale timbratura del clone attorno ai bordi.
  5. Assicurati di prelevare i campioni da aree molto vicine ai bordi per evitare di ottenere bande sui bordi.

Una volta rimossi, hanno un aspetto molto più naturale e la tua foto risalterà.

4. Elaborazione eccessiva

Questo è facilmente spiegato dalle immagini sopra dove, in una prova per ottenere il massimo dei dettagli tra le nuvole, il resto dell’immagine è stato compensato e non c’è assolutamente nulla che possa essere fatto qui. Devi assicurarti di non esagerare con le tue fasi di elaborazione. Usa i cursori con molta attenzione e non limitarti a portarli al limite massimo.

Passaggi di correzione

Beh, non ce ne sono, ad essere onesti. La cosa migliore da fare in questo caso è prendere precauzioni in modo che non si verifichino in primo luogo. Posso dare un consiglio utile a riguardo: assicurati di dare un’occhiata all’immagine 5-10 minuti dopo aver finito di modificarla. Noterai automaticamente gli errori di elaborazione eccessiva.

5. Distrazioni

Mentre modifichi le tue foto, potresti, a volte, trovare alcune distrazioni in primo piano o al centro. È estremamente necessario rimuoverli e ottenere un’immagine più chiara che piacerà agli occhi molto più di quanto non sarebbe con gli oggetti non necessari lì. Queste distrazioni potrebbero includere alcune plastiche lasciate a terra, o alcune pietre di diversi colori che cercano di attirare l’attenzione degli spettatori, o, come in questo caso, alcuni rami e foglie in più caduti sull’acqua. Cancellarli fa apparire l’albero principale ancora di più e porta tutta l’attenzione su se stesso.

Passaggi di correzione

  1. La prima cosa da fare è rilevare le distrazioni. Non dovresti omettere oggetti che sbilanciano la composizione.
  2. Dopo aver rilevato tutte le distrazioni, rimuoverle è simile alla rimozione delle macchie di polvere. Fammi ripetere di nuovo i passaggi.
  3. In Photoshop, crea un nuovo livello vuoto (Ctrl + Maiusc + Alt + N).
  4. Seleziona lo strumento Guarigione regolare (J).
  5. Assicurati di selezionare la dimensione del campione (sulla barra in alto) come “Corrente e sotto”.
  6. Premi Alt e scegli un’area o un punto con cui vuoi clonare le tue distrazioni.
  7. Dipingi o tampona gli oggetti e spariranno.

Conclusione

Quindi spero che questo articolo ti aiuti tanto quanto rendersi conto che gli errori mi ha aiutato in passato e che sarai in grado di modificare le tue immagini di paesaggi in un modo molto migliore una volta che ti sarai abituato a questi errori e alle loro correzioni.

Continua a sparare! Continua a creare!


Circa l’autore: Subham Shome è un fotografo paesaggista e di viaggio con sede ad Agarpara Kolkata, West Bengal, India. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Puoi trovare altri lavori di Shome sul suo sito Web, Facebook e Instagram. Anche questo articolo è stato pubblicato qui.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!