11 modificatori di luce popolari a confronto: qual è quello giusto per te?

11 modificatori di luce popolari a confronto: qual è quello giusto per te?

Scegliere il modificatore di luce giusto è spesso cruciale per il successo dell’immagine. Con centinaia di modificatori diversi tra cui scegliere, non c’è davvero nulla che tu non possa fare. Tuttavia, un’ampia scelta spesso finisce per confondere o forse spaventare i fotografi.

Con una stragrande maggioranza che ricorre a un softbox per tutti i lavori, pochi esplorano le possibilità offerte dai diversi modificatori. Per questo articolo, ho preso 11 dei modificatori di luce più popolari e li ho confrontati tra loro.

Metodologia

Per questo confronto, ho misurato ogni luce in modo che alla fine desse la stessa esposizione. Ho scattato tutte le immagini con una Canon 5D Mark IV con un obiettivo 24-70mm f/2.8 posizionato su un treppiede. Quando si lavora con un ombrello, la luce è stata semplicemente girata e inclinata.

Lampadina nuda

Il modo più semplice per illuminare è semplicemente attaccare un flash a bulbo nudo davanti alla fotocamera e sparare. Questa luce non ha alcun decadimento particolarmente piacevole, va semplicemente dalla luce all’ombra che non è lusinghiera per il viso nella maggior parte delle applicazioni. Detto questo, ho usato questa configurazione in passato per illuminare le mie immagini di moda, ma prima di usare la luce intensa mi sono assicurata che il truccatore avesse fatto del suo meglio per rendere la pelle perfetta. La luce intensa significa molto più ritocco in quanto mette in evidenza molte imperfezioni della pelle poco lusinghiere.

Griglia a 20 gradi

Questo è essenzialmente restringere la diffusione della luce. Quando viene utilizzata la lampadina nuda, un flash può diffondere la luce di 180 gradi o 360 gradi a seconda del modello. Tuttavia, questo non è sempre utile quando si tratta di cose come i riflettori. Ad esempio, quando usi i gel potresti voler restringere la diffusione della luce in modo che i colori dei gel non si mescolino. È qui che la griglia è utile. In questa immagine, vedi che assorbe un po’ di luce e rende la caduta più drammatica. Lo sfondo ha meno luce e puoi infatti vedere la caduta nell’oscurità. La qualità delle ombre sul viso è quasi identica al flash a bulbo nudo.

Riflettore Magnum

Questo è il modo migliore per replicare la luce solare. È un ottimo modificatore per creare una luce dura ma dall’aspetto naturale. Lo uso molto per lavori di moda dove ho bisogno di una luce intensa. Un altro vantaggio del riflettore Magnum è che aumenta l’emissione luminosa. Il Profoto OCF magnum è in grado di darmi due stop in più di potenza che è il benvenuto nelle riprese all’aperto. Produce un’ombra con bordi un po’ graduati. Nel complesso c’è molto contrasto luci-ombre. Si consiglia una luce di riempimento per uniformare l’immagine.

2×3′ Softbox

Questo è un look da ritratto più tradizionale. Un softbox 2×3′ è molto popolare tra molti fotografi. È facile capire perché: produce una luce molto uniforme che ha una diminuzione graduale. Poiché la maggior parte dei softbox presenta un interno riflettente, produrrà un po’ di clipping. I riflettori negli occhi sono rettangolari, il che lo fa sembrare una finestra. C’è ancora contrasto, ma non è drastico.

Nel complesso, questo è un ottimo modificatore versatile che è fantastico per la maggior parte delle applicazioni flash off-camera. La principale differenza tra le dimensioni del softbox sarebbe l’area che copre e la dimensione dei punti salienti. Un piccolo softbox farà risaltare più dettagli della pelle perché è difficile, mentre uno grande sarà molto più bello sulla pelle dato che la distanza è la stessa. Lo stesso vale per tutte le altre superfici. Un abito ricamato beneficerà di una luce intensa, mentre uno in chiffon apprezzerà una luce più morbida.

1.3×1.3′ Softbox

Questa è la versione più piccola del softbox quadrato. viste le sue dimensioni, si vede subito che la luce si fa più intensa. C’è più clipping (macchie luminose sulla pelle). Questo softbox è utile per i ritratti ravvicinati in cui il volto è l’obiettivo principale. Cercare di illuminare uno scatto a tutto corpo con questo lo renderà inutile. Un altro modo per utilizzare un piccolo softbox come questo sarebbe nel lavoro sul prodotto, poiché spesso richiede una piccola e sottile chiazza di luce.

Octabox da 3 piedi

Questo è solo un altro softbox. La forma rotonda dell’octabox è preferita dai fotografi che vogliono ottenere punti luce rotondi. Un altro motivo per utilizzare un softbox rotondo è che le ombre orizzontali e verticali saranno le stesse. Più grande è la fonte di luce, più morbida è la luce. Se un softbox è 3 piedi in orizzontale e 1 piede in verticale, produrrà un’ombra morbida orizzontale ma un’ombra verticale dura. La differenza si vede meglio quando un bordo è significativamente più lungo dell’altro. Puoi vedere che un softbox 2×3 ha ombre verticali leggermente più dure e quelle orizzontali più morbide, mentre un octabox le ha costantemente morbide.

Piatto di bellezza d’argento

Poiché l’interno di questo modificatore è riflettente, produrrà luce speculare che risulterà in un ritaglio della pelle. Nel complesso produce una diffusione della luce concentrata con un calo più rapido e un contrasto profondo. Il beauty dish in argento ti darà più potere grazie all’interno speculare. Ogni beauty dish ha un cosiddetto punto debole dove si trova l’ombra proiettata dal disco al centro. Un beauty dish in argento ne avrà uno molto piccolo quindi devi essere molto preciso con il posizionamento. Questo può essere utile quando si lavora in luoghi esposti alla luce solare intensa. Un’altra applicazione per il beauty dish in argento è nella fotografia sportiva, dove il contrasto viene utilizzato per accentuare la forma degli atleti. Il fotografo Gary Land ha utilizzato il beauty dish in argento in gran parte del suo lavoro sportivo commerciale.

Piatto di bellezza bianco

Questo modificatore è molto popolare tra molti fotografi di bellezza. Viene utilizzato per produrre una classica luce di bellezza. Come puoi vedere, la luce è diffusa e abbastanza morbida con un minor contrasto luci-ombre. Il beauty dish bianco produce una diffusione della luce più ampia e il punto debole è molto più grande, consentendo un approccio più rilassato alla luce. Il beauty dish bianco è molto più lusinghiero sulla pelle in quanto nasconde i dettagli. L’utilizzo di una griglia su questo beauty dish ridurrà molto la diffusione della luce, mentre con uno argentato la differenza non sarà così netta. Il beauty dish bianco è utile nella ritrattistica quotidiana e nella fotografia di bellezza.

Ombrello Bianco M

Uno dei modificatori più semplici, e in effetti il ​​più versatile, è l’ombrello bianco. Ha un interno bianco che rende la luce diffusa. La pelle non si aggancia mentre ha una consistenza morbida. Non c’è troppo contrasto tra ombre e luci. Questo modificatore ha un diametro di poco più di 3 piedi quando è aperto e 1,5 piedi chiuso, il che lo rende adatto ai viaggi. Un ombrello bianco è l’ideale per produrre una luce morbida che rimbalza e lusinghiera. Nei grandi studi, sui set, un ombrello bianco è una scelta popolare per illuminare uno sfondo per la diffusione della luce uniforme e ampia che dà.

Ombrello Bianco M + Diffusore 1.5 Stop

L’aggiunta di un diffusore all’ombrello produrrà un minor contrasto tra alte luci e ombre, oltre a dare una luce ancora più uniforme con una diminuzione meno graduale. Tieni presente che consumerà molta energia. Questa è diventata una configurazione popolare tra famosi fotografi ritrattisti come Annie Leibovitz o Clay Cook. Annie Leibovitz regala spesso alla sua assistente un ombrello bianco con un diffusore da usare come luce chiave. Posizionarlo vicino al viso darà una luce lusinghiera, ma con molta definizione.

Ombrello Bianco XL

Il più grande modificatore di luce nella mia flotta è l’ombrello da 165 cm (65″). Una grande sorgente produrrà una luce molto morbida, mentre una superficie bianca la farà rimbalzare. La dimensione di questo modificatore significa che non c’è molto contrasto e le ombre per evidenziare le gradazioni sono molto lunghe. Solo guardando l’ombra sul muro, puoi vedere che è minuscola. Questo modificatore viene spesso utilizzato nel mio lavoro come luce di riempimento o come chiave per le immagini di tutto il corpo. Posizionato abbastanza lontano, può produrre una luce che non ha alcuna ombra proiettata. Un’altra applicazione di una grande fonte di luce come questa sarebbe per il lavoro di e-commerce in cui tutto è girato su uno sfondo bianco e le ombre non sono benvenute su di esso.

Ombrello Bianco XL + Diffusore 1.5 Stop

L’aggiunta di un diffusore all’ombrello grande fa lo stesso lavoro di quello con un modificatore più piccolo. Ha ridotto il contrasto e quasi eliminato il clipping. Il diffusore è utile quando si crea luce di riempimento. La maggior parte delle volte, uso l’ombrello xl con un diffusore, perché è solo un po’ meglio.

Pensieri conclusivi

Ci sono centinaia di altri modificatori e farò del mio meglio per mostrare cosa fa ciascuno in futuro. Tuttavia, sapere quando usare un softbox e quando un ombrello può essere strumentale per avere un portafoglio diversificato che può impressionare i clienti.




Iscriviti nei nostri Gruppi Telegram CLICCA QUI per condividere la tue fotografie, chiedere e rispondere alle domande che sorgono e aiutarsi a vicenda!

Ti ricordiamo anche il gruppo Telegram principale Fotografia Italia!